Voi siete qui
A Paestum rivive il mito degli Argonauti con Andrea Marcolongo Curiosità 

A Paestum rivive il mito degli Argonauti con Andrea Marcolongo

Appuntamento per mercoledì 6 marzo alle ore 11 al Museo Archeologico

Nella Settimana dei musei, Andrea Marcolongo, autrice del best seller “La Lingua geniale” dedicato all’amore per la lingua greca, e più recentemente de “La misura eroica” incentrata sul mito degli Argonauti, incontrerà i ragazzi dei licei della provincia di Salerno, al museo di Paestum, mercoledì 6 marzo.

L’appuntamento è organizzato dalla Scabec, – la società in house della Regione Campania per la valorizzazione e promozione dei beni culturali regionali – e dal Parco Archeologico di Paestum.

L’incontro sarà interessante sotto più punti di vista: con domande e momenti di confronto l’autrice Mondadori – laureata in lettere classiche – stimolerà il suo giovane pubblico verso importanti concetti come l’eroismo, il coraggio, la forza di superarsi e mettersi sempre in gioco.

Ad accompagnare i giovani liceali in questo viaggio introspettivo saranno la figura di Giasone e degli altri eroi greci impegnati nella ricerca del vello d’oro che rappresentano la positiva testimonianza di chi riesce nelle proprie imprese quando si è disposti a salpare da un porto sicuro per affrontare le grandi paure e, per questo diventare eroi.

In questo panorama, il museo di Paestum si inserisce in modo perfetto e contribuisce a rendere ancora più esaltante questo appuntamento.

Il mito narra che proprio a Paestum, alla Foce del fiume Sele, Giasone e gli Argonauti abbiano fondato un santuario dedicato ad Hera, divinità che ha favorito la buona riuscita della loro impresa eroica.

Andrea Marcolongo e il suo pubblico parleranno proprio al di sotto delle grandi metope e tra il materiale archeologico recuperato da questo santuario: il ricordo delle imprese eroiche, dunque, assumerà anche una dimensione materiale dove le testimonianze del passato saranno le linee guida per capire il futuro e ciò che spinge gli uomini a lasciare le proprie rive per raggiungerne altre.

Related posts