Voi siete qui
Allarme furti a Salerno: sì ai controlli, no alle strumentalizzazioni Cronaca 

Allarme furti a Salerno: sì ai controlli, no alle strumentalizzazioni

Non va sottovalutata la richiesta d’aiuto che proviene dai residenti dei rioni collinari di Salerno. L’escalation di furti esiste ed è nota da tempo, come esistono le numerose denunce di coloro che purtroppo sono stati presi di mira da quella che appare come una banda specializzata in questo tipo di cose, magari non posto, ma sicuramente ben informata su movimenti e possibilità di andare a colpo sicuro per un discreto bottino. Soltanto nell’ultima settimana sarebbero una decina i furti, nella zona di Giovi compresa tra Bottiglieri e Ponte Guazzariello, ma nemmeno la parte alta di Fratte, Matierno ed Ogliara sarebbero immuni. I residenti sono stanchi di subire, ma le loro rivendicazioni sacrosante in questa fase di campagna elettorale potrebbero risultare addirittura retoriche se strumentalizzate da questo o quel consigliere comunale, da assessori o candidati che tirano per la giacchetta Questore e Prefetto. Con tutto il rispetto dei rappresentanti delle istituzioni che si sono fatti carico del problema, al netto di maggioranze ed opposizioni, non è questo il tempo delle proposte estemporanee come delle segnalazioni insistite. E’ il tempo, semmai, delle indagini approfondite, dei controlli mirati e del pattugliamento dei rioni collinari o comunque marginali. Un’altra cosa, a nostro avviso, va detta: i cittadini non possono e non debbono fare le ronde. In primo luogo perché la tutela dell’ordine pubblico non compete a loro, ma alle forze di polizia; e poi perché, nel caso, non ci si può far giustizia da sé, ovviamente ed un eventuale faccia a faccia con una banda di ladri o di balordi potrebbe essere anche molto pericoloso. Ci pensino pure coloro che hanno responsabilità politiche ed istituzionali. Al resto provvedano Prefetto e Questore.

Related posts