Voi siete qui
ARRESTI ROM RITORNO Cronaca 

ARRESTI ROM RITORNO

Nonostante le gravi e reiterate minacce di morte indirizzate ad alcuni componenti dell’Arma, lo Stato non ha abbassato la testa e, di fronte alla possibilità di una vera e propria guerra con i più giovani componenti delle famiglie coinvolte nell’Operazione Faro, ha reagito.

«Sei sempre tu e quell’altro che ve la prendete con i miei parenti, stai attento che non ti va sempre bene, qualche mio parente potrebbe reagire», disse Antonio Dolce , detto ‘O Capone, ad un sottufficiale nel nucleo operativo della compagnia di Agropoli. In buona sostanza gli anziani del clan avevano lasciato intendere ai carabinieri che iniziavano a far fatica a tenere a bada i più giovani, le teste “calde” e per questo Dolce, dopo una convocazione in tribunale, a Salerno, ad un altro investigatore disse: «… siete sempre voi a scrivere, scrivete sempre. Finitela un poco, vedete che la vita è breve. Si muore! Cercate di fare il bravo ogni tanto».

Related posts