Voi siete qui
Colpo da 60mila euro all’ufficio postale di “Benvenuti al Sud” Curiosità 

Colpo da 60mila euro all’ufficio postale di “Benvenuti al Sud”

Spariti i soldi delle pensioni. I ladri hanno forzato la porta d’ingresso e si sono portati via la cassaforte. Ufficio senza videosorveglianza

Purtroppo di furti negli uffici postali, se ne verificano frequentemente, ma quando ad essere derubato è l’ufficio postale di Castellabate, divenuto celebre in Benvenuti al Sud il fortunato film di Luca Miniero con Claudio Bisio ed Alessandro Siani, la notizia travalica i confini urbani, provinciali e regionali.

I ladri sono entrati in azione nella notte tra lunedì e martedì: forzando con una spranga di ferro la porta della piccola filiale. Una volta dentro si sono diretti nella zona della cassaforte che è stata scardinata dal muro.

Sul posto, avvisati da alcuni residenti che hanno fatto scattare l’allarme appena il sistema antifurto è andato in funzione, i carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretti dal capitano Francesco Manna che hanno effettuato i rilievi del caso e indagano sull’accaduto.

Gli impiegati, nella mattinata stessa di ieri, durante la quale l’ufficio è rimasto chiuso al pubblico, hanno effettuato un calcolo di massima del bottino che dovrebbe ammontare a circa 60mila euro, denaro che pare fosse destinato a pagare le pensioni degli abitanti del luogo.

L’ufficio postale, va precisato, non è esattamente quello del film: nella pellicola, infatti, era stato collocato nella piazzetta del paese, dove nella realtà c’è un bar, anziché nella periferica via Roma, dove effettivamente sorgono le Poste e dove è avvenuto il colpo.

Se qualcuno avesse ascoltato il consiglio di Alberto (il personaggio di Bisio), forse il furto non si sarebbe consumato. Chi ha visto la pellicola ricorderà, infatti,  che quando Bisio/Alberto viene trasferito dal Nord a dirigere l’ufficio postale cilentano, suggerisce di far preparare un preventivo per predisporre una porta blindata e un sistema di videosorveglianza sia interna che esterna alla filiale. Il locale che ospita le Poste vere infatti, a tutt’oggi, non è dotato di telecamere né interne né esterne.

https://www.youtube.com/watch?v=GsEtLCIEeeM

Related posts