Voi siete qui
Consorzio di Bacino Salerno, 60 lavoratori col fiato sospeso Cronaca 

Consorzio di Bacino Salerno, 60 lavoratori col fiato sospeso

I sindacati chiedono ai Comuni coinvolti di assumere il personale

L’incontro c’è stato ma non ha avuto l’esito sperato. Il futuro di 60 lavoratori del Consorzio di Bacino Salerno 2 resta ancora incerto dopo il vertice in Prefettura che non ha fornito le risposte auspicate. Lo scoglio resta sempre lo stesso.

Esiste una legge regionale per la ricollocazione dei dipendenti ma nessun comune la rispetta. Nessuno tranne il Comune di Salerno che la sua parte l’ha fatta prevedendo, per la sua quota, l’assunzione dei lavoratori nella società Salerno Pulita.

Altre 60 unità dovrebbero essere assegnate ai comuni che compongono il Consorzio di Bacino Salerno 2. Così come dice la legge regionale ma l’incontro in Prefettura non ha previsto alcuna possibilità di ricollocazione dei lavoratori.

I sindacati chiedono un’assunzione di responsabilità alle varie amministrazioni comunali coinvolte e preannunciano battaglia. A breve ci sarà un nuovo vertice in Prefettura. Nel caso non si dovesse giungere ad una conclusione positiva nel giro di una settimana, le parti sociali sono pronte ad organizzare manifestazioni in strada. C’è da difendere il futuro di 60 lavoratori e delle loro famiglie.

Related posts