Voi siete qui
Eboli, è derby a sinistra Cronaca 

Eboli, è derby a sinistra

E’ derby a sinistra, ad Eboli, come da pronostici della vigilia. Dalle urne vien fuori il ballottaggio Cariello-Melchionda, palla al centro e si riparte dallo 0 a 0, visti i dati fatti registrare dai due candidati che hanno in pratica raccolto lo stesso numero di consensi: 6.680 voti per Cariello, 6.676 – 4 in meno – per il sindaco uscente Melchionda. Come da copione, perché erano indicati quali i due candidati a sindaco più forti fin dall’inizio, e nemmeno quella sinistra frantumatasi in tre pezzi, il terzo rappresentato dalla coalizione Rosania, è riuscita a mettere in corsa l’esponente del centro-destra Busillo. Del resto, Eboli aveva già dichiarato l’orientamento popolare in sede di regionali, premiando apertamente Vincenzo De Luca, dunque nessuna sorpresa. Toccherà piuttosto ai duellanti tentare di sorprendere il rispettivo avversario al ballottaggio del prossimo 11 aprile; è il momento degli apparentamenti e del ritorno in piazza, la campagna elettorale riprende più forte di prima. Cosa decideranno di fare gli elettori di Busillo, Rosania e Di Benedetto? Come si muoveranno Massimo e Martino? Il giorno dopo, ad Eboli non si parla d’altro. Resta un dato certo: Cariello ha quasi raddoppiato quel già clamoroso consenso delle ultime consultazioni provinciali, che era di 3250 preferenze, mentre Melchionda ha confermato in pieno la sua forza. Il braccio di ferro era appassionante, nei prossimi giorni diventerà memorabile.

Related posts