IBG di Buccino, dopo la Pepsi e le bevande Neri tocca agli snack della Lay’s

Dopo essere stata la prima azienda in Europa a produrre la nuova bottiglia di Pepsi® nel proprio stabilimento di Buccino, da sempre esempio di produzione hi-tech ed ecosostenibile, la IBG SpA, grazie a un importante accordo commerciale debutta nel mondo del food distribuendo i prodotti del gruppo Lay’s, il marchio di snack più venduto al mondo.

Un’ulteriore sfida per il gruppo guidato da Rosario Caputo (che negli ultimi 20 anni è riuscito a far crescere il fatturato della propria azienda da 10 a 100 milioni di euro) che oltretutto produce anche le bevande dello storico marchio Neri, sponsor ufficiale del 47esimo Giffoni Film Festival.

“Con questa diversificazione IBG si conferma un’eccellenza imprenditoriale nazionale – rivendica orgogliosamente il presidente Caputo, che con questa mossa inanella un altro successo – Stare al passo con le innovazioni di processo e di prodotto non è mai semplice, ma la storia di IBG dimostra che siamo in grado di affrontare e vincere le sfide che il mercato quotidianamente ci impone”. 

IBG SpA, con sede a Caserta e stabilimento a Buccino, produce e commercializza nel Mezzogiorno d’Italia Pepsi Cola, Gatorade, Thè Lipton e Looza e produce Chinotto, Aranciosa, Limoncedro e Gassosa Neri

Grazie all’incremento di fatturato negli ultimi venti anni, l’azienda è stata segnalata dall’Associazione per il Progresso del Mezzogiorno, tra quelle aziende che concretamente hanno realizzato lo sviluppo socio-economico nel Sud Italia.

Inoltre, ha sempre dimostrato di essere un’impresa hi-tech e di essere attenta alla salvaguardia dell’ambiente, puntando anche sulla produzione ecosostenibile. Infatti, nel luglio 2012 ha avviato un impianto di produzione di energia fotovoltaica della capacità di 1.270.000 kW/h l’anno, installato su una superficie di 7.000 mq. Una struttura che consente una mancata emissione annua di CO2 di ben 673.100 Kg per un equivalente di circa 17.000 alberi piantumati ogni 12 mesi.