Voi siete qui
Le manovre preparatorie alla nomina di un assessore al bilancio al Comune di Salerno Cronaca 

Le manovre preparatorie alla nomina di un assessore al bilancio al Comune di Salerno

Sullo sfondo dell’assemblea di oggi le manovra per la nomina del nuovo assessore al bilancio al Comune di Salerno. Quello di stamani è solo l’antipasto del piatto forte sul bilancio da servire dopo Pasqua- e comunque entro i primi quindici giorni di aprile- quando sul tavolo del consiglio arriverà il previsionale, la parte più consistente della manovra economico e finanziaria dove saranno contenute le direttrici di sviluppo per il futuro di Salerno, il piano triennale delle opere pubbliche, la programmazione della spesa. Temi forti, sui quali si tiene dritta la barra di un’amministrazione comunale. E sarà anche per questo che alla vigilia dell’assise di oggi il sindaco di Salerno aveva deciso di portare all’esterno lo scambio epistolare con Roberto De Luca, al quale aveva chiesto di rientrare in giunta riassumendo le deleghe al bilancio, richiesta che l’ex assessore ha respinto ritenendo doveroso in questa fase tenere distinte le vicende personali e gli attacchi subiti dall’azione amministrativa. In pratica per non coinvolgere il Comune di Salerno in una storia che lo vede chiamato in causa in prima persona, Roberto De Luca conferma il suo passo indietro e dà l’implicito via libera alla nomina di un altro assessore che, come anticipato qualche giorno fa da LiraTv, dovrebbe essere un esterno alla politica. Ed il nome più accreditato è sempre quello di Luigi Della Greca, storico dirigente del settore ragioneria di Palazzo di Città, 68 anni, in pensione da poco e già consulente del presidente della Regione ed ex sindaco Vincenzo De Luca. Della Greca conosce benissimo la macchina amministrativa, è l’uomo che per anni è stato dietro le quinte alla stesura del bilancio del Comune di Salerno. In pochi conoscono uffici e carte meglio di lui. Se dovesse andare in porto la sua nomina, il sindaco Napoli potrebbe lasciare l’interim anche prima del consiglio d’aprile sul bilancio previsionale.

Related posts