Voi siete qui
Lea: Campania “adempiente” Cronaca 

Lea: Campania “adempiente”

Se c’è un Governo “retroattivo”, cioè avvezzo a guardare al passato piuttosto che badare al futuro, allora è inevitabile, per l’Italia, il passo del gambero. Il Paese aveva bisogno di innestare le marce alte per superare di slancio tutte le misere eredità lasciate dalla crisi, invece si guarda bene dal mettere in agenda il lavoro, si guarda bene di mettere al centro della discussione i problemi del mezzogiorno, addirittura – per quanto riguarda la Sanità – non guarda bene i numeri. Ora, vorrebbe regalarci un nuovo Commissario superpagato, dai contribuenti, con annesso sub-commissario, altrettanto strapagato, basandosi su dati ormai obsoleti e superati. La griglia Lea che va dal 2012 al 2017 pone la Campania in “zona marrone”, ovvero inadempiente, a causa di un punteggio inferiore a 140, o comunque non oltre 160 e con almeno un indicatore di criticità. A quanto pare, a Roma nessuno si è accorto che la Campania, grazie alla poderosa rimonta messa in atto dalla Giunta De Luca, è già in zona verde, per cui assolutamente adempiente.

Related posts