Voi siete qui
Lo Scafati Basket va a caccia di una vittoria di prestigio in casa di Treviglio Sport 

Lo Scafati Basket va a caccia di una vittoria di prestigio in casa di Treviglio

Lo Scafati Basket va a caccia di continuità. Dopo aver battuto Legnano nella seconda gara del girone di ritorno, i ragazzi di coach Lardo sono pronti per affrontare la diciottesima giornata del girone Ovest del campionato di serie A2: i gialloblu saranno impegnati sul parquet del PalaFacchetti contro la Remer Treviglio.

Scafati arriva a questo incontro con l’organico al completo e con grande voglia di centrare una vittoria importante, che funga da apripista per un girone di ritorno di alto livello. Nell’ultimo mese il team dell’Agro è cresciuto (anche grazie agli innesti nel roster dell’esperto Passera e del giovane Pavicevic), lavorando duramente in allenamento e cercando di portare in partita quanto provato nel corso della settimana. I risultati iniziano a dare ragione a coach Lardo che, però, ora chiede ai suoi di superare una sorta di esame di maturità, visto che in trasferta il rendimento dei salernitani non è stato particolarmente costante. Serve, invece, a Scafati un blitz esterno per rilanciarsi definitivamente.

La classifica attualmente dice che la compagine bergamasca ha in classifica due punti in più del team dell’Agro ed un roster tanto giovane quanto talentuoso, allenato per l’ottava stagione consecutiva dal trentottenne coach Adriano Vertemati. L’atleta più pericoloso della Remer è senza dubbio la guardia statunitense Roberts (14,5 punti di media), ma deve essere controllato a vista anche l’altro straniero Nikolic (ala slovena da 14,3 punti di media), seguiti a ruota da un trittico di italiani di grande qualità: l’ala piccola Pecchia (13,9 punti e 3,4 assist di media), il centro Borra (10,1 punti e 8,8 rimbalzi di media) e il playmaker Caroti (9,1 punti di media). Senza dimenticare, poi, alcuni giovani e promettenti atleti che abitualmente provengono dalla panchina, come il playmaker di scorta Palumbo, la guardia Taflaj, l’ala piccola D’Almeida ed il centro Tiberti.

Related posts