Voi siete qui
Meccanismi del Rosatellum bis da tenere d’occhio Cronaca Curiosità 

Meccanismi del Rosatellum bis da tenere d’occhio

Occhio ai meccanismi della nuova legge elettorale. Per evitare il tradimento delle intenzioni di voto, basta sapere poche e semplici cose. Se si barra solo una lista del plurinominale, senza mettere segni sulla casella con il nome del candidato nel collegio uninominale, la preferenza sarà comunque attribuita a quest’ultimo, anche in assenza di una precisa volontà dell’elettore in tal senso. Il voto senza sorprese è quello effettuato con un segno sul nome del collegio uninominale ed un altro segno sulla lista proporzionale. In questo caso, l’attribuzione del voto corrisponde all’effettiva volontà dell’elettore. Ma nel caso in cui si omettesse di barrare una delle liste per il collegio plurinominale della coalizione che appoggia il candidato nel collegio uninominale, allora il voto sarà esteso a tutte le liste coalizzate e ripartito in modo proporzionale al totale dei voti ricevuto da ogni lista. In questo caso, la volontà dell’elettore viene pienamente rispettata per la preferenza data al candidato nell’uninominale, ma se omette di esprimere una preferenza tra le liste plurinominali, di fatto vedrà il suo voto comunque distribuito tra i simboli della coalizione, anche in assenza di preferenza espressa. Infine, c’è un’altra peculiarità del Rosatellum e riguarda la ripartizione dei voti alle liste che hanno raccolto percentuali minori. Nel caso in cui una lista non dovesse superare la soglia dell’1%, i voti andranno dispersi. Nel caso di una lista che non superi il 3%, invece, le preferenze ad essa attribuite andranno a confluire sulle altre liste della coalizione che hanno superato la soglia di sbarramento, ovviamente in quote proporzionali ai voti validi ottenuti. Con il risultato che tutti gli elettori che avranno votato una lista che non ha superato il 3% ma ha passato l’1% delle preferenze, vedranno attribuita la propria preferenza ad altre liste, che tecnicamente non hanno votato. L’unico voto disperso è quello dato alle liste che non raggiungeranno l’1% dei voti validi.

Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi