Voi siete qui
Metropolitana di Salerno, quattro nuove fermate fino all’Aeroporto di Pontecagnano Cronaca 

Metropolitana di Salerno, quattro nuove fermate fino all’Aeroporto di Pontecagnano

Il progetto del prolungamento della metropolitana leggera di Salerno fino all’aeroporto di Pontecagnano inizia a prendere forma e sostanza. Il sindaco di Bellizzi Mimmo Volpe, accompagnato dall’assessore Antonio Fereoli, il sindaco di Pontecagnano Giuseppe Lanzara, il gruppo di progettazione della Rete Ferroviaria Italiana ed Italferr oltre a rappresentanti della Provincia di Salerno sono stati accolti ieri in Regione Campania. Obiettivo dell’incontro è stato proprio quello di porre le basi per implementare la metropolitana con 4 nuove fermate: una in corrispondenza del nuovo ospedale (con un ingresso diretto alla cittadella sanitaria), una all’ex casello Bivio Pratole di Bellizzi (in via Olmo, dove verrà realizzato un terminal attrezzato con scale mobili per creare una corsia diretta verso lo scalo) ed altre due a Pontecagnano (una alla stazione ferroviaria, che sarà rimodernata, e forse una a Sant’Antonio).

Il decreto di riparto del fondo che potenzierà le linee metropolitane, firmato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, metterà a disposizione un finanziamento di 125 milioni di euro. Italferr, che materialmente si occupa della realizzazione del progetto per conto di Rfi, ha illustrato i dettagli tramite uno studio di fattibilità dell’opera: percorso, ampliamento dei binari per complessivi 8,8 chilometri (in affiancamento con la linea Salerno-Battipaglia, nuove stazioni, ammodernamento di quelle esistenti, raccordi stradali per razionalizzare il tutto. Il progetto è ancora in fase preliminare, ma i tempi per il passaggio a quella esecutiva e, dunque, alla conclusione dell’iter burocratico non dovrebbero essere lunghi (si spera entro la fine dell’anno).

Si tratta, insomma, di interventi di grande rilievo, anche nella prospettiva del sistema aeroportuale regionale che proprio la Regione mira a concretizzare, visto che la Campania è diventata punto di riferimento per investimenti destinati a migliorare la qualità della vita dei concittadini ed al tempo stesso ad aumentare le potenzialità economiche dell’intero territorio, con benefici evidenti per il comparto turistico.

Related posts