Voi siete qui
Olympic Salerno, batticuore e vittoria contro il Tramonti Sport 

Olympic Salerno, batticuore e vittoria contro il Tramonti

La sfida tra Olympic Salerno e Tramonti riserva sempre grandi emozioni e, anche in questa circostanza, il match è andato come da tradizione. Nel quintultimo appuntamento della regular season le due formazioni, alle prese con importanti assenze, si giocano una grossa fetta di stagione e l’incontro, preceduto dal consueto cerimoniale fair-play caro al sodalizio di patron Pisapia, parte subito all’insegna di toni agonistici intensi.

Avvio propositivo degli ospiti con il colpo di testa di Della Pietra che non impensierisce Rossi. Risponde subito l’undici di mister De Sio con il match winner dell’andata Paraggio che, imbeccato da Chiariello, calcia alto sopra la traversa. L’ultima parte di frazione è ancora di marca tramontina: Buonocore coglie una clamorosa traversa al termina di un’azione insistita poi lo stesso ex Costa d’Amalfi propizia il vantaggio con la chirurgica conclusione di Nicola Giordano che non lascia scampo a Rossi. Neanche il tempo di esultare che il solito Buonocore finisce anzitempo sotto la doccia per un fallo in mediana, ritenuto passibile di cartellino rosso dal direttore di gara, scatenando le proteste avversarie.

Ad inizio ripresa subito chance per il raddoppio gialloverde ma Arpino spara alto poi sul ribaltamento di fronte Anastasio arma il destro e trafigge dalla distanza D’Antuono. La gara s’infiamma e l’Olympic si gioca il tutto per tutto inserendo forze fresche. I colchoneros vanno vicinissimi al vantaggio con Bosco che raccogliendo un tiro-cross di Amato fallisce una ghiottissima opportunità a tu per tu con il portiere ospite che poi dopo essere graziato dalla traversa colpita da Chiariello si esalta con un miracolo sulla conclusione a botta sicura dello stesso attaccante di casa. Nel recupero accade ancora di tutto: Nicola Giordano si becca il secondo giallo e lascia i suoi in nove, all’ultimo affondo Eugenio Condolucci brucia tutti sulla fascia sinistra e scodella al centro dove Bosco in elevazione questa volta non sbaglia. E’ l’apoteosi biancorossa con tutta la panchina, in primis mister De Sio, che entra in campo ad esultare per i tre punti ottenuti.

Related posts