Voi siete qui
Olympic Salerno, successo da record contro l’Atletico Faiano Sport 

Olympic Salerno, successo da record contro l’Atletico Faiano

Torna prepotentemente al successo l’Olympic Salerno, eguagliando il record di vittoria più rotonda in casa risalente all’Aprile del 2015 quando i biancorossi allora guidati da Alfieri sconfissero 10-0 il Real Bellizzi. Ironia della sorte lo stesso risultato del match di ieri con l’Atletico Faiano contro lo stesso portiere, Di Matteo, già trafitto due volte nel giro di quattro minuti. Il confronto, preceduto dal tradizionale cerimoniale fair-play caro al sodalizio di patron Pisapia, vede i padroni di casa subito incisivi ed a bersaglio con il diagonale di Chiariello che passa sotto le braccia del portiere e la saetta dalla distanza di Anastasio su cui il pipelet picentino non può nulla. Al 7′ beffarda punizione di D’Amico per il tris salernitano mentre il poker reca nuovamente la firma di Anastasio che, indisturbato, salta il portiere e insacca a porta sguarnita. Nel finale Andrea Condolucci va vicinissimo al bersaglio grosso con una bella conclusione su invitante assist di Bosco. Nella ripresa subito tutti e cinque i cambi disponibili per mister De Sio. Nel giro di pochi istanti arrivano, così, quinta e sesta marcatura con la chirurgica battuta a rete di De Fato e la precisa punizione calciata da Fabio Pifano. Con una giocata da calcio a 5 di Eugenio Condolucci arriva il settebello, preludio all’unico tentativo della dismessa compagine ospite con Del Giudice che non impensierisce Rossi. L’ottavo acuto è targato Paraggio che fa il bello e cattivo tempo tra le maglie dell’ormai sfaldata difesa avversaria e deposita alle spalle di Di Matteo. Niente gloria, invece, per Andrea Condolucci che dopo le due buone occasioni precedenti colpisce anche una clamorosa traversa. Al 38′ arriva il primo hurrà stagionale per Buonomo, da poco rientrato da un lungo e fastidioso infortunio, che non ha problemi a ribadire in goal l’assist di De Fato che poi chiuderà i conti in solitario. L’Olympic si riappropria della terza piazza e si appresta a vivere a mille il trittico di gare che deciderà gran parte dell’annata sportiva della prima squadra.

Related posts