Voi siete qui
Parcheggio abusivo: scarcerati alcune delle persone arrestate a maggio Cronaca 

Parcheggio abusivo: scarcerati alcune delle persone arrestate a maggio

In 32 finirono agli arresti a maggio, sempre con l’accusa di aver estorto denaro agli automobilisti che volevano parcheggiare a Salerno, anche in quelle zone dove il pagamento della sosta è regolamentato dalle cosiddette strisce blu. Ieri il Riesame ha scarcerato alcuni di quei parcheggiatori abusivi, così come era già accaduto lo scorso anno dopo un repulisti analogo che portò dietro le sbarre decine di persone. Il punto focale sta tutto nella definizione della condotta estorsiva, che secondo la Procura si configura anche nel momento in cui viene chiesto l’obolo ad automobilisti in posizione di debolezza o soggezione (si pensi ad anziani con più di 65 anni, ad esempio), che possono subire un comportamento anche larvatamente minaccioso, laddove possono temere delle ipotetiche conseguenze negative qualora si rifiutassero di pagare. Un concetto che, così come impostato nelle misure cautelari, non sempre regge di fronte al Riesame, tanto che molti di coloro che erano stati messi ai domiciliari a maggio ieri sono stati scarcerati. Le sole eccezioni sono rappresentate dai recidivi, da coloro che sono stati riconosciuti come parcheggiatori abusivi regolari: per loro è stato più facile confermare gli arresti in attesa di processo.

Related posts