Voi siete qui
Pellezzano, sui mancati stipendi c’è la risposta del Comune Cronaca 

Pellezzano, sui mancati stipendi c’è la risposta del Comune

Sull’emergenza stipendi, l’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Francesco Morra, risponde alla richiesta dei sindacati attraverso una nota ufficiale asserendo di avere messo in campo tutte le azioni istituzionali possibili e consentite dalla legge al fine di andare incontro all’esigenza dei dipendenti comunali e risolvere, nel più breve tempo possibile, il disagio economico che si è venuto a creare a causa di diversi fattori congiunturali, dovuti soprattutto dalla crisi di liquidità e dai tagli provenienti dal Governo Centrale con particolare riferimento al rientro all’anticipazione di tesoreria dai 5/12 ai 4/12 così come previsto dalla legge finanziaria.

Siamo vicini ai dipendenti comunali – dichiara il Primo Cittadino – a loro è rivolto il ringraziamento mio personale e dell’intera amministrazione comunale per il senso di responsabilità che stanno dimostrando, continuando a svolgere i propri incarichi nonostante la mancata disponibilità della cassa comunale che ha comportato la momentanea non operatività della tesoreria.

Lo scorso 19 Febbraio, il Sindaco Morra, ha incontrato i dipendenti comunali alla presenza del responsabile dell’area finanziaria proprio per discutere di questo argomento, allo scopo di trovare possibili soluzioni da attuare per il superamento di questa emergenza. A tal proposito il Primo Cittadino, ha anche emesso una disposizione di servizio rivolta al responsabile dell’area finanziaria, a dover procedere con immediatezza a dare massimo impulso alla riscossione coattiva, L’impulso dell’azione amministrativa ha consentito di sbloccare i pagamenti dei salari dei dipendenti della municipalizzata “Pellezzano Servizi”, facendo rientrare così una prima emergenza di natura economico-finanziaria.

Oltre a tutte le azioni messe in campo (CDP, ANTICIPO RISCOSSIONE TARI) una buona notizia arriva dal governo centrale che forse anticiperebbe – come chiesto dall’ANci – la rata di maggio del Fondo di solidarietà comunale a causa delle oggettive difficoltà, soprattutto relative alla spesa corrente, con cui combattono ogni giorno i Comuni.

Related posts