Voi siete qui
Porto di Parole, Salerno diventa città delle narrazioni Cronaca Curiosità 

Porto di Parole, Salerno diventa città delle narrazioni

Il piccolo Antonio presenta così Porto di Parole, l’evento pensato sei anni fa da Saremo Alberi e che quest’anno scommette ancora una volta sulla forza dei sogni e dei racconti partendo dai più piccoli, senza dimenticare i narratori per eccellenza, i genitori ed i nonni. Così venerdì 25 e sabato 26 maggio l’area pedonale del quartiere Santa Margherita diventerà il luogo delle parole, nel quale sarà obbligatorio raccontare. Venti tra scrittori ed illustratori, venti tra associazioni e realtà del terzo settore saranno gli artefici di tutto questo, poi dalle 19 alle 23 una no stop di spettacoli che vanno dal teatro – narrazione, all’equilibrismo, dalle letture ad alta voce alla danza verticale passando per la magia delle mongolfiere, la musica ed i libri pop up. Venerdì mattina i protagonisti di Porto di Parole saranno gli studenti, 800 in tutto, con 11 istituti che hanno risposto all’appello. Insomma Salerno si appresta a diventare la città delle narrazioni differenti…

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi