Voi siete qui
Primi a dicembre… e anche a fine anno Cronaca 

Primi a dicembre… e anche a fine anno

Chi ben comincia è a metà dell’opera… e spesso vince. La storia della serie D insegna che chi conquista il titolo di campione di inverno poi quasi sempre sale tra i professionisti. Nella passata stagione tra i nove raggruppamenti dei dilettanti c’è stata però l’eccezione del Monterotondo, proprio nel girone G. Al giro di boa la squadra laziale aveva raccolto 38 punti, uno in più del Salerno di quest’anno, ma a causa di un girone di ritorno a dir poco catastrofico con appena 19 punti conquistati in 17 partite, ha ceduto il passo all’Aprilia promosso con 67 punti. E’ questo un caso isolato perché è vero che la seconda parte di campionato può esprimere valori diversi dopo il mercato di riparazione ma è vero anche che la classifica dell’andata raramente tradisce. Di esempi del genere ce ne sono tanti, l’anno scorso l’Arzanese nel girone H e l’Ebolitana nel girone I sono state promosse dopo aver conquistato il titolo di campione di inverno, stesso percorso che hanno fatto nel 2009-2010 Fondi e Neapolis. Solo un crollo del Salerno potrebbe consentire alle altre di arrivare al primo posto. Per gettare tutto al vento la squadra di Perrone non dovrebbe andare oltre la media di un punto a partita mentre il Città di Marino, il Budoni o chi per esso dovrebbe viaggiare ad una velocità doppia. Ipotesi altamente improbabile per quanto ha dimostrato il campionato nella sua prima metà.

Related posts