Voi siete qui
Processo cane Chicca, associazioni ammesse come parte civile Cronaca 

Processo cane Chicca, associazioni ammesse come parte civile

Rito abbreviato per l’imputato Antonio Fuoco

Nella prossima udienza in programma l’8 aprile ci saranno anche numerose associazioni di tutela degli animali. Il giudice le ha ammesse come parte civile nel processo per l’uccisione della cagnolina a Salerno avvenuta il 15 febbraio del 2017.

A due anni da quel terribile episodio nel quartiere Pastena si registra un punto importante nell’iter giudiziario che vede imputato Antonio Fuoco. Il suo legale ha chiesto il rito abbreviato, quindi il processo proseguirà con esonero dei testi e sulla base degli atti di indagine. La prossima discussione si terrà in Camera di Consiglio alla sola presenza delle parti e dei relativi difensori.

Si chiamava Chicca la cucciola uccisa a calci il giorno dopo San Valentino di due anni fa. Un fatto che colpì l’opinione pubblica, innescando un grande risalto mediatico. Da subito scesero in campo numerosi associazioni per Chicca, diventata il simbolo di tutti gli animali vittime dell’uomo. In attesa della prossima udienza, è già un traguardo importante l’ammissione come parte civile delle associazioni di tutela degli animali che, sin dall’inizio, hanno partecipato al processo.

Related posts