Voi siete qui
Registro Tumori: dato campano in linea con il trend italiano Cronaca 

Registro Tumori: dato campano in linea con il trend italiano

Lo studio quinquennale che completa il registro tumori infantile sottolinea che in Campania “i bambini e gli adolescenti si ammalano con la stessa frequenza che nel resto d’Italia, tranne che per i tumori epiteliali maligni negli adolescenti”. Un quadro completo si avrà dalla prossima settimana con la presentazione dei dati dello studio relativo all’Asl Napoli 2 nord per quanto riguarda gli adulti. Lo studio si è basato su 2,6 milioni di schede ma anche su indagini genetiche e biomolecolari, archivi di radioterapia e di trapianti di midollo osseo e il database dell’Associazione Italiana di Ematologia e Oncologia pediatrica. La Campania è la terza regione italiana dopo Piemonte e Marche ad avere un registro tumori infantile completo. Fino ai 14 anni il tasso d’incidenza in Campania è di 163,9 casi su ogni milione di abitanti, inferiore quindi al 3% ed è inferiore al dato nazionale di circa 5 casi in meno l’anno. Le province in cui ci sono più bambini ammalati sono Caserta e Napoli. I tumori più presenti sono le leucemie, seguiti dai linfomi, come nel resto d’Italia. L’unico aumento significativo è “sui carcinomi alla tiroide in cui si registra un significativo eccesso di casi rispetto all’atteso”. Proprio i carcinomi alla tiroide sono oggetto “di un approfondimento già avviato che ha evidenziato che non si rilevano differenze significative nella distribuzione territoriale confrontando i dati delle cinque province con quelli della Terra dei Fuochi”, si legge nella relazione che spiega come questo tipo di tumori “ha mostrato nell’ultimo ventennio un trend in forte incremento in tutta Italia” e che “nel quinquennio non sono stati registrati decessi correlati a questo tumore”.

https://www.youtube.com/watch?v=g_utzm0GYU0

Related posts