Salernitana, Bollini punta ancora sul tridente Rosina – Coda – Sprocati

La rifinitura al campo Volpe ha sciolto gli ultimi dubbi di Bollini in vista della sfida esterna di domani pomeriggio con la Pro Vercelli: il tecnico pare intenzionato a cambiare qualche interprete in difesa e a centrocampo ma non in attacco. Spazio al solito assetto tattico, ma con una formazione meno abbottonata di quelle solitamente schierate dall’allenatore granata fuori casa. Bollini infatti sembra orientato verso la conferma del tridente con Rosina, Coda e Sprocati. Stavolta Improta, solitamente impiegato nelle sfide esterne, partirà dalla panchina assieme a Joao Silva e a Donnarumma, con quest’ultimo che sarà con ogni probabilità impiegato in corso d’opera, per rompere gli equilibri qualora ce ne fosse necessità. A centrocampo rientra Minala che sarà utilizzato assieme ad Odjer, mentre per l’ultimo posto disponibile è corsa a tre tra Della Rocca, Ronaldo e Zito, con il primo in netto vantaggio. Il brasiliano, ex di turno assieme a Sprocati, potrebbe scivolare in panchina, dal momento che Minala con ogni probabilità sarà schierato al centro della mediana. Discorso diverso per Zito che lamenta qualche acciacco per cui com’è accaduto col Latina sarà eventualmente utilizzato a gara in corso. L’altra novità rispetto alla sfida di lunedì all’Arechi potrebbe registrarsi in difesa: Perico rimane a casa, vittima di un virus intestinale, per cui al suo posto potrebbe essere utilizzato Bittante. Di conseguenza Tuia scalerebbe di nuovo al centro, al fianco di Bernardini, con Vitale confermato a sinistra, a meno che Bollini non lasci inalterata la linea difensiva schierata nella sfida con il Latina, con Tuia impiegato a destra e Schiavi al centro, ma su questa decisione potrebbe influire anche l’assenza di un altro centrale dall’elenco dei convocati, quindi in panchina sarà emergenza. Luiz Felipe è alle prese con una “sospetta lesione muscolare al quadricipite destro”, di conseguenza le sue condizioni saranno valutate nelle prossime ore, ma in ogni caso è rimasto fuori dall’elenco dei convocati assieme a Busellato che sta svolgendo ancora lavoro differenziato.