Voi siete qui
Salernitana, Gregucci pensa a Di Gennaro. Ma l’ex Lazio ieri si è fermato di nuovo Sport 

Salernitana, Gregucci pensa a Di Gennaro. Ma l’ex Lazio ieri si è fermato di nuovo

Prosegue la preparazione della Salernitana. Buone notizie dall’infermeria, dalla quale viene finalmente fuori Odjer, pronto a mettersi a disposizione di mister Gregucci dopo una serie di problemi fisici e la mancata partenza nel corso del mercato invernale. E’ ancora fermo ai box, invece, Akpa Akpro. Andrè Anderson, impegnato con la nazionale Under 20, tornerà in città solo domani. Mister Gregucci deve stabilire che tipo di partita impostare al Del Duca e, di conseguenza, quali uomini chiamare in causa. La base di partenza dovrebbe essere rappresentata ancora dalla difesa a tre. Micai sarà confermato tra i pali, nonostante la papera costata ai granata la sconfitta nel derby casalingo col Benevento. Per quanto riguarda il pacchetto arretrato, certo del posto é Migliorini, in odore di riconferma anche Gigliotti, ex di turno. Per l’ultima maglia disponibile sono in lizza Perticone, Mantovani, Schiavi e Bernardini. Sull’out mancino ci sarà nuovamente Lopez, sul versante opposto sono in corsa Casasola e Pucino (corteggiato invano dai marchigiani) ma anche Djavan Anderson, se Gregucci decidesse di cambiare qualcosa sulla trequarti. In mezzo al campo ci sarà ancora Di Tacchio, il suo partner stavolta potrebbe essere Di Gennaro (se il problema alla caviglia rimediato ieri non si dovesse rivelare più serio del previsto) e non Minala. Spera in una chanche anche Rosina, che è al pari di Orlando, in ballottaggio con Djavan Anderson per agire assieme ad Andrè Anderson alle spalle del centravanti. Jallow conserva un minimo margine di vantaggio rispetto al ristabilito Djuric, a Vuletich, ma soprattutto rispetto a Calaiò, il quale sarà sicuramente coinvolto a gara in corso. L’arciere, che segnò proprio all’Ascoli il suo ultimo gol in B, sta lavorando sodo per ritrovare rapidamente una condizione ottimale. Ma ancora non ha i 90 minuti nelle gambe e forzare i tempi potrebbe rivelarsi controproducente. Alternative percorribili sono il ritorno al 3-5-2 puro (con Minala e Di Gennaro ai lati di Di Tacchio) oppure un solo rifinitore (da scegliere tra Andrè Anderson e Rosina) dietro due punte di ruolo, per cercare di dare maggiore peso al reparto avanzato.

Related posts