Voi siete qui
Salernitana: Schiavi è squalificato, Colantuono ridisegna la difesa Sport 

Salernitana: Schiavi è squalificato, Colantuono ridisegna la difesa

Col vento in poppa grazie alle due vittorie conseguite ad Ascoli e nel secondo derby stagionale con l’Avellino, la Salernitana già ieri è tornata al lavoro e mette nel mirino la difficile trasferta di Frosinone. I granata nelle ultime due gare hanno vinto scendendo in campo col 4-3-3 e molto probabilmente mister Colantuono proseguirà anche allo stadio Stirpe sulla strada della continuità, sebbene debba fare i conti con l’assenza di Schiavi, che lo costringerà a ridisegnare la difesa. Con Bernardini ancora non al meglio e un Monaco sparito dai radar, sembra Mantovani il candidato principale per sostituire il capitano. Il prodotto del vivaio del Torino già nelle battute finali del derby ha preso il posto del centrale metelliano, quando Colantuono, per contrastare il forcing dei biancoverdi, è passato alla difesa a tre. Le alternative sono il già citato Monaco, che però da quando è arrivato a Salerno non è riuscito a mostrare del tutto il suo potenziale, anche a causa di un ritardo di condizione, e Popescu. Sulle fasce viaggiano verso la riconferma Casasola e Pucino, con Vitale nelle retrovie (e chissà quanto ancora potrà essere tenuto in naftalina dal trainer granata). A proposito di conferme, in mediana potrebbe essere riproposto il terzetto composto da Minala, Ricci e Kiyine, con Signorelli, Odjer e Zito prime alternative. Rossi lavora per cercare di riprendersi del tutto dopo l’infortunio al ginocchio, Palombi e Rosina aspettano la chance per mettersi in mostra, ma al momento il tridente offensivo composto da Di Roberto, Bocalon e Sprocati sembra assicurare spunti e pure copertura in fase di non possesso, motivo per cui pure per logiche d’equilibrio i tre dovrebbero essere schierati titolari anche in casa del Frosinone, in una partita dal pronostico apparentemente “chiuso” in favore dei ciociari, ma comunque tutta da giocare. Gli ultras alla fine del derby di ritorno vinto dalla Salernitana ai danni dell’Avellino (con meno patemi rispetto a quello d’andata) hanno ribadito il loro sostegno alla truppa, sottolineando che ora inizia un nuovo campionato, ma anche che non bisogna dimenticare gli affanni dello scorso mese. La squadra granata è consapevole che in questo strano campionato basta davvero poco per ritrovarsi invischiati in zone meno tranquille della classifica e, per questo, è chiamata a dare sempre il massimo, anche in casa di avversari più quotati.

Related posts