Voi siete qui
Sant’Egidio del monte Albino, rimosso ordigno inesploso della II Guerra mondiale Curiosità 

Sant’Egidio del monte Albino, rimosso ordigno inesploso della II Guerra mondiale

 Il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania collabora alla rimozione di ordigni bellici

Nella mattina di oggi il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), Servizio Regionale Campania è intervenuto per supportare la rimozione di un ordigno bellico, rinvenuto nella zona di Montalbino.

Il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania è stato individuato dalla Prefettura di Salerno, quale Ente idoneo a svolgere mansioni di sicurezza e collaborazione al recupero in circostanze simili.

L’ordigno (una granata da mortaio di fabbricazione italiana da 82 mm risalente alla II Guerra Mondiale) era stato individuato durante delle indagini per lavori di messa in sicurezza della falesia da parte di geologi rocciatori incaricati dal Comune di Nocera Inferiore.

Le operazioni, coordinate dal Commissariato di pubblica sicurezza di Nocera Inferiore, hanno visto impegnati tecnici del Corpo Nazionale che hanno calato in sicurezza, con tecniche alpinistiche, gli Artificieri del 21 Reggimento Genio Guastatori di Caserta fino al punto in cui si trovava l’oggetto.

L’ordigno era in un pendio esposto tra dei costoni rocciosi verticali ed ha richiesto una lunga ricerca iniziata nella mattinata e conclusasi alle ore 13.30.

Successivamente è stato trasportato in sicurezza presso la cava Betoncave e fatto brillare dagli artificieri.

Related posts