Voi siete qui
Camerota, il sindaco Scarpitta contro la chiusura del “Punto nascite” dell’ospedale di Sapri Cronaca 

Camerota, il sindaco Scarpitta contro la chiusura del “Punto nascite” dell’ospedale di Sapri

«La notizia della chiusura del ‘Punto nascite’ presso l’Ospedale dell’Immacolata di Sapri, è una cosa palesemente vergognosa. Una scelta scellerata che pesa come un macigno su tutto il comprensorio del Basso Cilento. Camerota sarà al fianco del Comune di Sapri e di tutti gli altri Comuni del territorio per combattere e sconfiggere l’ennesimo sopruso ai danni del nostro meraviglioso comprensorio». Lo rende noto tramite nota stampa il Sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta. «Prima chiudono gli uffici Postali e i presidi di legalità come caserme e commissariati, poi ci lasciano…

Continua
Camerota, il sindaco insegue e blocca due ladri di… pigne! Curiosità 

Camerota, il sindaco insegue e blocca due ladri di… pigne!

Il sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta, ha bloccato e denunciato due extracomunitari che, questa mattina, hanno tentato di sottrarre illecitamente circa due quintali di pigne in zona lungomare Trieste, a Marina di Camerota. Sul porto della ‘Perla del Cilento’, infatti, quando erano da poco passate le 8.30 del mattino, i due magrebini, armati di spranghe con uncini in metallo, sono stati sorpresi dal primo cittadino mentre, arrampicati sugli storici pini marittimi del porto, avevano già staccato dai rami decine e decine di strobili. Scarpitta è giunto sul posto allertato…

Continua
Si finge mozzo nella spadara: preso il boss della ‘ndrangheta Rocco Parrello Cronaca 

Si finge mozzo nella spadara: preso il boss della ‘ndrangheta Rocco Parrello

Un uomo è stato arrestato ieri mattina nel porto di Marina di Camerota. Si tratta di Rocco Parrello, cinquantenne originario di Bagnara Calabra. Il 50enne era ricercato per un mandato di cattura emesso dal Tribunale di Reggio Calabria per associazione di stampo mafioso. L’uomo si fingeva mozzo a bordo del Marcantonio IV, una barca ormeggiata da un paio di giorni nel porto cilentano, quando è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione coordinati dal Maresciallo Francesco Carelli e della compagnia di Sapri al comando del capitano Michele Zitiello insieme ad…

Continua
Camerota, più navette per le spiagge: migliorati anche i collegamenti con le frazioni interne Cronaca 

Camerota, più navette per le spiagge: migliorati anche i collegamenti con le frazioni interne

Servizio urbano aggiuntivo dal 23 giugno al 23 settembre 2018. L’Amministrazione Comunale di Camerota, guidata dal Sindaco Mario Salvatore Scarpitta, ha deciso – per quest’anno – non solo di confermare il servizio urbano ma di intensificare le corse da e per la località Mingardo, al fine di migliorare i servizi di collegamento sul tratto ove lo scorso anno, la procura della Repubblica di Vallo della Lucania, dispose il sequestro, e la conseguente chiusura, dei tratti adibiti a parcheggi per «questioni di sicurezza».

Continua
Camerota, abusi sulla 13enne nel villaggio. La verità nei messaggi Cronaca 

Camerota, abusi sulla 13enne nel villaggio. La verità nei messaggi

Ad incastrarlo sarebbero state le conversazione intercorse con la vittima, trovate prima dai genitori della ragazzina nel suo telefono, poi dagli investigatori nel cellulare del presunto molestatore. Lei, 13 anni, originaria del casertano. Lui 22, della provincia di Cosenza, da ieri in carcere, a Castrovillari, dove la prossima settimana sarà sottoposto ad interrogatorio di garanzia. A prelevarlo dalla sua abitazione, ieri mattina, sono stati i carabinieri di Sapri, che hanno raccolto la denuncia dei genitori, tra fine luglio ed inizio agosto, dopo meno di dieci giorni dalla presunta violenza subita…

Continua
Staccionata divelta per fare un falò, 6 minorenni fermati a Camerota Cronaca 

Staccionata divelta per fare un falò, 6 minorenni fermati a Camerota

I vigili urbani di Camerota, agli ordini del comandante Francesco Fiore, hanno fermato e identificato sei ragazzi, tutti minorenni, sorpresi con della legna mentre si dirigevano verso la spiaggia per prendere parte ad un falò. Gli agenti li hanno avvistati mentre passeggiavano con il carico in zona Lentiscelle. Il gruppo aveva con sé i pezzi di una staccionata divelta che stavano per essere utilizzati come legna da ardere. «Continuano su tutto il territorio i controlli dei caschi bianchi – fa sapere il delegato alla Polizia municipale Manfredo D’Alessandro -. Soprattutto…

Continua

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi