Voi siete qui
A Pioppi una nuova struttura dedicata alle tartarughe marine in difficoltà Curiosità 

A Pioppi una nuova struttura dedicata alle tartarughe marine in difficoltà

Sono oltre 130 mila le tartarughe marine della specie Caretta caretta che ogni anno, nel Mediterraneo, rimangono vittima di catture accidentali da parte dei pescatori professionisti. Circa 70 mila abboccano agli ami, oltre 40 mila restano intrappolate nelle reti a strascico e circa 23 mila nelle reti da posta, per un totale di 133.000 catture accidentali con oltre 40 mila casi di decesso.  Un numero che aumenta se si considerano tutti i pescherecci comunitari e le migliaia di piccole imbarcazioni che dai Paesi africani si affacciano sul Mediterraneo. Ma non…

Continua
Minori, trovata sulla spiaggia tartaruga Caretta Caretta uccisa dalla plastica Cronaca 

Minori, trovata sulla spiaggia tartaruga Caretta Caretta uccisa dalla plastica

E’ morta a causa di una rete di plastica che l’ha soffocata, la tartaruga Caretta caretta di circa un metro di lunghezza ritrovata nel pomeriggio di oggi sull’arenile di Minori, in Costiera amalfitana. A notare l’animale, immobile sul bagnasciuga, alcuni cittadini, che hanno segnalato il grosso carapace alla polizia locale che, a sua volta, ha allertato gli uomini della capitaneria di porto di Maiori che si sono portati sulla spiaggia per il recupero. L’animale non presentava ferite, ma aveva ancora residui plastici che gli penzolavano dalla bocca. Si tratta dell’ennesima…

Continua
San Mauro Cilento: operai scoprono un nido di Caretta Caretta non censito Cronaca 

San Mauro Cilento: operai scoprono un nido di Caretta Caretta non censito

Il Cilento conferma d’essere un paradiso per le tartarughe Caretta Caretta. All’alba, sono venute alla luce delle tartarughine lungo la spiaggia di Mezzatorre, nel comune di San Mauro Cilento. A scoprirle sono stati gli operai del comune mentre effettuavano la pulizia dell’arenile. Quindi, è stata immediatamente recintata l’area dove potrebbe esserci il nido, che non era stato precedentemente segnalato. Sul posto sono giunti subito i volontari del Museo Vivente della Dieta Mediterranea, in attesa dell’arrivo degli esperiti del centro Anton Dohrn di Napoli. “Stiamo cercando di individuare il nido in…

Continua