Voi siete qui
Relazione semestrale della Dia: il dettaglio della mappa criminale locale Cronaca 

Relazione semestrale della Dia: il dettaglio della mappa criminale locale

Nel mese di novembre, la DIA di Salerno ha applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari ad una componente della famiglia ZULLO di Cava dé Tirreni (SA), articolazione del clan BISOGNO, responsabile del reato di usura. La misura è stata poi convertita, il 7 dicembre, nella detenzione in carcere, poiché la donna, dalla sua abitazione, aveva continuato a gestire il clan. Scendendo nel dettaglio delle dinamiche che interessano il Capoluogo, si segnala ancora l’operatività dello storico sodalizio D’AGOSTINO, che ha retto al tentativo di “scalata”, alcuni anni or sono, da…

Continua
Arresti clan De Feo-Pecoraro: la fluidità della mappa criminale nel salernitano Cronaca 

Arresti clan De Feo-Pecoraro: la fluidità della mappa criminale nel salernitano

Gli assetti emersi dall’indagine che ha portato ai 38 arresti di ieri confermano la fluidità della mappa criminale in alcune zone del salernitano. Da un lato Giovanni Esposito ed il figlio Gianluca, insieme ai fratelli Bisogni, ritenuti i reggenti del clan Pecoraro-Renna. Dall’altro i fratelli Adelchi e Carmine Quaranta, vicini a Vito De Feo. Secondo i pentiti Sabino De Maio ed Antonio Marino sono stati loro a siglare uno storico patto di non belligeranza fra gruppi criminali che a cavallo tra gli anni ’90 e gli inizi del duemila si…

Continua
Le vie della droga passano sempre per Salerno: mappa criminale si riscrive Cronaca 

Le vie della droga passano sempre per Salerno: mappa criminale si riscrive

La droga rappresenta una delle fonti di guadagno principali della malavita locale. Che poi reinveste i proventi in attività lecite sul territorio. Il sequestro di quasi un chilo di cocaina a Giovi, fa pensare. La domanda alla quale gli investigatori cercano di dare una risposta è chi possa esserci veramente dietro quei 780 grammi di cocaina purissima sequestrati, nello scorso fine settimana, ad una coppia venticinquenne di Giovi. Lui con precedenti, ma lei incensurata ed insospettabile, nascondevano la gallina dalle uova d’oro in un banale cassetto d’armadio, in camera da…

Continua
Processo Sarastra, la deposizione del capitano della Dia Iannaccone Cronaca 

Processo Sarastra, la deposizione del capitano della Dia Iannaccone

Ieri nell’udienza del processo Sarastra è stato ascoltato per oltre tre ore il capitano della Dia di Salerno, Stefano Iannaccone, che ha ripercorso le attività dell’indagine che vede imputati l’ex sindaco di scafati Aliberti, la moglie ed una serie di collaboratori I rapporti tra l’ex sindaco di Scafati Pasquale Aliberti e il clan Loreto-Ridosso sono stati ripercorsi in oltre tre ore di deposizione del capitano della Dia di Salerno, Stefano Iannaccone, che ha ripercorso le attività dell’indagine «Sarastra», che ipotizza un presunto scambio elettorale politico-mafioso tra l’ex sindaco di Scafati…

Continua
Relazione DIA: Salerno sempre nella mani del Clan D’Agostino, tanti gruppi criminali in provincia Cronaca 

Relazione DIA: Salerno sempre nella mani del Clan D’Agostino, tanti gruppi criminali in provincia

Operano come camorristi ma non sono camorristi e si occupano prevalentemente dello spaccio di sostanze stupefacenti, usura, riciclaggio e esercizio abusivo del credito. E’ quanto emerge, relativamente al territorio Salernitano dalla relazione della Direzione Investigativa Antimafia, al Parlamento, relativamente al secondo semestre del 2017. Tanti gruppi ma nessun leader di spessore. Il contesto criminale salernitano, grazie all’attività di contrasto che ha depotenziato i clan della Piana del Sele e dell’Agro Nocerino-Sarnese, appare caratterizzato dalla coesistenza di molteplici gruppi – non sempre di chiara matrice camorristica – con equilibri interni precari…

Continua
Fiumi di droga nel Salernitano, otto arresti tra Eboli e Campagna Cronaca 

Fiumi di droga nel Salernitano, otto arresti tra Eboli e Campagna

Gli agenti della Squadra mobile della Questura di Salerno, coordinati dalla procura distrettuale antimafia, hanno smantellato una organizzazione criminale specializzata nello spaccio di sostanze stupefacenti. I poliziotti hanno eseguito sette ordinanze di custodia cautelare in carcere (si cerca ancora un ottavo uomo) con l’accusa di spaccio di hashish e cocaina nei territori di Eboli e Campagna. L’operazione, ha preso il via nel dicembre 2015 in seguito al ricovero, nell’ospedale di Salerno, di un pluripregiudicato, Cosimo Marotta detto Nasone. L’uomo aveva dichiarato di essere caduto accidentalmente ma il drappello ospedaliero ha…

Continua