Voi siete qui
Olio Colline Salernitane Dop, la qualità va sostenuta Cronaca 

Olio Colline Salernitane Dop, la qualità va sostenuta

Si preannunciano mesi molto intensi per i componenti del Consorzio di Tutela Colline Salernitane Dop. Col sostegno della Regione Campania, infatti, il presidente Alfani ed i suoi collaboratori lavoreranno duramente al programma di informazione e promozione dell’etichetta “Olio Colline Salernitane Dop”, grazie ai fondi del PSR 2014/2020. Si parla di un investimento di circa 200 mila euro, con un contributo del 70 per cento, che permetterà ai produttori di olio di affrontare una sfida importante: quella di continuare a realizzare un prodotto di qualità, unico nel suo genere.

Continua
Consorzio Bacino Salerno 2, i lavoratori chiedono chiarezza Cronaca 

Consorzio Bacino Salerno 2, i lavoratori chiedono chiarezza

Quasi 60 persone aspettano di essere assorbite dai Comuni Si sta arrivando, com’era prevedibile, al punto di non ritorno. Al punto che i lavoratori non sanno più cosa pensare e cercano le soluzioni tra di loro quando invece il problema va risolto a livello superiore. I lavoratori del Consorzio di Bacino Salerno 2 hanno raggiunto un livello di esasperazione preoccupante. Da anni, anzi decenni, chi lavora nel Consorzio teme per il proprio futuro. L’ultima comunicazione del commissario liquidatore di cessazione delle attività al 1° novembre non ha fatto altro che…

Continua
Sindacati Cisl e Uil su Consorzio di Bacino Salerno 2 Cronaca 

Sindacati Cisl e Uil su Consorzio di Bacino Salerno 2

Per Monetta è la guerra dei poveri, Scarano attacca la politica Gli ultimi sviluppi legati ai lavoratori del Consorzio di Bacino Salerno 2 fanno emergere anche l’assenza di una linea comune da parte dei sindacati. Stamane erano presenti solo i rappresentanti di Cisl e Uil. “Oggi si sta scatenando la guerra dei poveri in virtù di questa indecisione sotto l’aspetto amministrativo – dice Ezio Monetta, segretario provinciale Fit Cisl. Le soluzioni sono di facile interpretazione se ogni comune del Consorzio si fa carico della quota spettante. Sono fiducioso nell’operato del…

Continua
CoriSa/2 e Salerno Pulita, due storie differenti per i lavoratori Cronaca 

CoriSa/2 e Salerno Pulita, due storie differenti per i lavoratori

Le recenti assunzioni in Salerno Pulita sono state fatte seguendo la legge regionale che tutela i lavoratori del settore rifiuti già impegnati in servizi per conto del Comune capoluogo. Per tutti gli altri, compresi gli operai ex Isoambiente oggi nel Consorzio di Bacino, molto dipenderà dagli altri Comuni del salernitano. Con l’assorbimento dei trenta lavoratori delle cooperative addetti allo spazzamento si completa il percorso che fa di Salerno Pulita il soggetto gestore unico del ciclo dei rifiuti a Salerno. Gli obblighi previsti dalla legge regionale 14 sono stati assolti: compresi…

Continua
Consorzio di Bacino Salerno, 60 lavoratori col fiato sospeso Cronaca 

Consorzio di Bacino Salerno, 60 lavoratori col fiato sospeso

I sindacati chiedono ai Comuni coinvolti di assumere il personale L’incontro c’è stato ma non ha avuto l’esito sperato. Il futuro di 60 lavoratori del Consorzio di Bacino Salerno 2 resta ancora incerto dopo il vertice in Prefettura che non ha fornito le risposte auspicate. Lo scoglio resta sempre lo stesso. Esiste una legge regionale per la ricollocazione dei dipendenti ma nessun comune la rispetta. Nessuno tranne il Comune di Salerno che la sua parte l’ha fatta prevedendo, per la sua quota, l’assunzione dei lavoratori nella società Salerno Pulita. Altre…

Continua
Tribunale Salerno dà ragione al Comune di Battipaglia: può recedere dal Consorzio Asi Cronaca 

Tribunale Salerno dà ragione al Comune di Battipaglia: può recedere dal Consorzio Asi

Il Comune di Battipaglia può recedere dal Consorzio Asi. Lo ha ribadito una recentissima sentenza della prima sezione civile del Tribunale di Salerno, dopo che la controversia era stata rimessa al giudice ordinario dalla Suprema Corte Cassazione. Per il giudice Guerino Iannicelli non regge la tesi del Consorzio Asi, sostenuta dall’avvocato Angela Marino, secondo la quale l’appartenenza alla consortile per la gestione delle aree industriali ha carattere obbligatorio e quindi il Comune di Battipaglia non avrebbe potuto deliberare- come ha fatto- il recesso per occuparsi in proprio delle aree ricadenti…

Continua