Voi siete qui
Dia arresta 43 persone per traffico di droga: c’è anche Luigi Orilia di Salerno Cronaca 

Dia arresta 43 persone per traffico di droga: c’è anche Luigi Orilia di Salerno

Nelle prime ore della mattinata, il Centro Operativo della DIA ha eseguito, in diverse località del territorio nazionale e in Albania, un provvedimento di custodia cautelare in carcere, emesso dal Gip presso il Tribunale di Bari nei confronti di 43 indagati, ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti e spaccio di ingenti quantitativi di droga. Uno dei destinatari del provvedimento è Luigi Orilia, 34 anni, già noto e residente a Salerno. A Orilia vengono contestati tre approvvigionamenti (più di 5 kg. di marijuana) tramite un…

Continua
Relazione DIA: Salerno sempre nella mani del Clan D’Agostino, tanti gruppi criminali in provincia Cronaca 

Relazione DIA: Salerno sempre nella mani del Clan D’Agostino, tanti gruppi criminali in provincia

Operano come camorristi ma non sono camorristi e si occupano prevalentemente dello spaccio di sostanze stupefacenti, usura, riciclaggio e esercizio abusivo del credito. E’ quanto emerge, relativamente al territorio Salernitano dalla relazione della Direzione Investigativa Antimafia, al Parlamento, relativamente al secondo semestre del 2017. Tanti gruppi ma nessun leader di spessore. Il contesto criminale salernitano, grazie all’attività di contrasto che ha depotenziato i clan della Piana del Sele e dell’Agro Nocerino-Sarnese, appare caratterizzato dalla coesistenza di molteplici gruppi – non sempre di chiara matrice camorristica – con equilibri interni precari…

Continua
Istanza di decadenza dall’arresto per Pasquale Aliberti: è in cella con altri detenuti Cronaca 

Istanza di decadenza dall’arresto per Pasquale Aliberti: è in cella con altri detenuti

Pasquale Aliberti non è più solo. Da qualche ora condivide la cella con altri detenuti. Dopo i primi, drammatici giorni dietro le sbarre a Fuorni, l’ex sindaco di Scafati migliorerebbe sotto il profilo relazionale e della consapevolezza di quanto gli sta accadendo, anche se grossi passi in avanti sotto il profilo psicologico non ve ne sarebbero. La sua vicenda giudiziaria potrebbe arricchirsi di un altro capitolo a breve, quando i giudici del Riesame saranno chiamati a decidere sul contenuto dell’istanza di decadenza della misura detentiva presentata ieri dai suoi legali,…

Continua
Porta Ovest: indagini mettono a rischio il completamento dell’opera entro il prossimo anno Cronaca 

Porta Ovest: indagini mettono a rischio il completamento dell’opera entro il prossimo anno

Il sequestro di beni e liquidità per 31 milioni eseguito dalla Dia a Catania, Cosenza, Roma, Napoli e Brindisi è una mazzata di cui il cronoprogramma per il completamento di Porta Ovest potrebbe fortemente risentire, se è vero che il filone patrimoniale dell’indagine sull’opera punta a capire come siano stati impiegati i fondi pubblici stanziati per l’investimento; fondi, in larga parte, di origine comunitaria. Proprio l’Unione Europea potrebbe aprire una procedura sull’effettivo utilizzo dei soldi per le finalità previste dal progetto, visto che la Procura di Salerno e la Direzione…

Continua
Porta Ovest: 31 milioni in sequestri anche per equivalente Cronaca 

Porta Ovest: 31 milioni in sequestri anche per equivalente

Malversazione ai danni dello Stato, indebita percezione di erogazioni con tanto di responsabilità amministrative conseguenti. Per queste ipotesi di reato, su cui stanno indagando gli uomini della Direzione Investigativa Antimafia diretti dal ten.col. Giulio Pini, sono finite nel mirino nove persone e due società, la Tecnis e la SSI, appaltatrice e subappaltatrice del cantiere di Porta Ovest. L’ennesima tegola sulla mega-opera che dovrebbe creare un collegamento in galleria tra il Cernicchiara e lo scalo commerciale di Salerno cade per questioni patrimoniali legate al filone d’inchiesta che ha già portato la…

Continua
Porta Ovest: 35 indagati, a vario titolo, per 13 ipotesi di reato Cronaca 

Porta Ovest: 35 indagati, a vario titolo, per 13 ipotesi di reato

I capi d’accusa sono tredici, per altrettanti reati: ma i più significativi sono l’abuso d’ufficio, il falso ideologico e la malversazione nei confronti dello Stato. Non c’è pace per Porta Ovest, una delle opere fondamentali per lo sviluppo del traffico merci a Salerno, per il potenziamento delle infrastrutture retro-portuali e per il decongestionamento della circolazione urbana in quella parte della città, la porta d’accesso ad ovest del centro, appunto. 35 gli indagati, cui la settimana scorsa sono stati notificati avvisi di conclusione indagini, su disposizione dei pm Alfano e Senatore…

Continua
Altro avviso di conclusione indagini per l’ex sindaco di Scafati Cronaca 

Altro avviso di conclusione indagini per l’ex sindaco di Scafati

Cade un’altra tegola sulla testa di Pasquale Aliberti. L’ex sindaco di Scafati è destinatario, insieme ad altre nove persone, di un avviso di conclusione delle indagini con contestuale informazione di garanzia per i reati, commessi in concorso, di scambio elettorale politico-mafioso e minaccia aggravata e violenza privata, aggravati dal metodo mafioso. Sono due i filoni rintracciati dal pm della Direzione Distrettuale Antimafia, Vincenzo Montemurro e dalle investigazioni condotte da Dia di Salerno, guidata dal colonnello Giulio Pini: la prima traccia conduce a Pasquale Aliberti, al fratello Nello Aliberti, alla moglie…

Continua
Dia notifica avviso conclusione indagini per bancarotta Iacp Futura Cronaca 

Dia notifica avviso conclusione indagini per bancarotta Iacp Futura

Avviso di conclusione indagini per sette persone coinvolte nella bancarotta fraudolenta di Iacp Futura. Il nucleo originario dell’indagine sulla bancarotta fraudolenta di Iacp futura si forma sette anni fa, quando la direzione distrettuale antimafia di Salerno- con il sostituto Vincenzo Montemurro- indagava imprenditori, professionisti ed esponenti politici nell’ambito di un’altra operazione, denominata “Criniera”, che interessò Pagani ed altri territori dell’agro. Tra le sette persone che hanno ricevuto l’avviso di conclusione indagini, notificato dalla Dia di Salerno guidata dal ten.col. Giulio Pini, c’è anche l’ex consigliere provinciale Massimo d’Onofrio, all’epoca dei…

Continua
Nella relazione della Dia la mappa dei gruppi criminali salernitani Cronaca 

Nella relazione della Dia la mappa dei gruppi criminali salernitani

«Equilibri e dinamiche interne della criminalità organizzata sono sostanzialmente stabili. L’azione repressiva, condotta anche con il contributo di collaboratori di giustizia, ha inciso sull’operatività di storici sodalizi, privati della guida di capi carismatici. Di contro, si sono affacciati sulla scena criminale nuovi gruppi che non esitano a commettere delitti efferati pur di ritagliarsi spazi sul territorio, come confermano alcuni reati spia, quali gli attentati dinamitardi e incendiari in danno di attività imprenditoriali del posto». E’ questo il quadro della criminalità organizza in provincia di Salerno tracciato dalla Dia nella ultima…

Continua