Voi siete qui
Polizia recupera la tv del reparto di pediatria rubata all’ospedale di Salerno Cronaca 

Polizia recupera la tv del reparto di pediatria rubata all’ospedale di Salerno

Festa grande ieri, nel reparto pediatria del locale Ospedale S. Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, per tutti i piccoli degenti per la cerimonia di consegna ufficiale di un mega televisore donato a quel reparto dall’Associazione “Noi donne soprattutto”. In realtà, il televisore era già stato consegnato, qualche tempo fa, al reparto, ma nei giorni scorsi, l’apparecchio, di 74 pollici e del valore di circa 4.000 euro, era stato misteriosamente trafugato, mentre si trovava ancora imballato all’interno del reparto. Dopo la denuncia del furto, gli agenti della Polizia in servizio…

Continua
Brikmania, i fidanzati salernitani non vogliono pagare il danno al ritratto di Totò Curiosità 

Brikmania, i fidanzati salernitani non vogliono pagare il danno al ritratto di Totò

Gli organizzatori della mostra pagheranno il restauro in tempo perché l’opera venga donata alla città di Napoli “Il quadro in Lego raffigurante il volto di Totò non sarebbe dovuto cadere, se fosse stato ben attaccato alla parete, nonostante l’urto da parte dei due visitatori di Salerno”. È la versione della dinamica legata all’incidente avvenuto la scorsa settimana alla mostra “Brikmania”, comunicata ieri alla direzione di Palazzo Fondi. Una coppia salernitana in visita alla mostra aveva infatti provocato la quasi totale distruzione per la caduta a terra dell’opera da 2300 mattoncini…

Continua
La storia di Salerno dalla macchina di Stefano Napoli. L’apparecchio donato al Comune Curiosità 

La storia di Salerno dalla macchina di Stefano Napoli. L’apparecchio donato al Comune

Stefano Napoli è uno degli ultimi fotografi-artigiani. Quelli della bottega e della camera oscura, delle istantanee che fissano per sempre volti e racconti, quelli che la Storia di una comunità la scrivono a scatti. Da oggi la sua macchina fotografica da studio appartiene al Comune di Salerno. Un dono alla città in cui ha lavorato per oltre sessant’anni guardandola dal suo osservatorio di Fratte, dove tutto iniziò nel 1948. Stefano Napoli ha dovuto lasciare tutto per far posto allo svincolo della tangenziale. Del suo studio non è rimasto nulla, ma…

Continua