Voi siete qui
Come La Marca e Maiale hanno corrotto il direttore dell’Agenzia delle Entrate. Le pressioni su Campione Cronaca 

Come La Marca e Maiale hanno corrotto il direttore dell’Agenzia delle Entrate. Le pressioni su Campione

Esattamente un anno fa, Gianluca La Marca e Giovanni Maiale provavano a corrompere il custode giudiziario dei lotti di un’azienda bufalina finita all’asta. Volevano prendersela loro, ma di traverso s’era messo Antonio Campione, immobiliarista e persona nota nella Piana, che quei lotti voleva aggiudicarseli. C’è una telefonata che gli inquirenti intercettano alla vigilia dell’asta giudiziaria e che ha più o meno questi toni, rivolti al custode dei beni: «avvocato, domani fatevi finire una febbre. Il vostro onorario lo paghiamo noi». Come sono andate le cose, un anno fa, oggi lo…

Continua
Corruzione: arrestati il direttore di AgEntrate Salerno, un imprenditore caseario e Giovanni Maiale Cronaca 

Corruzione: arrestati il direttore di AgEntrate Salerno, un imprenditore caseario e Giovanni Maiale

Emilio Vastarella, il direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate finito ai domiciliari, avrebbe accettato da Gianluca La Marca del caseificio Tre Torri di Eboli un bracciale in oro e diamanti ed un orologio . Il tutto in cambio di un extrasconto su una sanzione pari a 60mila euro. E’ l’episodio di corruzione più clamoroso documentato da Carabinieri e Guardia di Finanza durante le indagini coordinante dalla Direzione Distrettuale Antimafia. Coinvolto anche l’ex capoclan Giovanni Maiale, pure lui raggiunto da un’ordinanza di custodia in carcere. Il bracciale, corpo del reato, è stato…

Continua
Carabinieri e Guardia di Finanza arrestano tre persone: indagini della DDA di Salerno Cronaca 

Carabinieri e Guardia di Finanza arrestano tre persone: indagini della DDA di Salerno

La Guardia  di Finanza e  i  Carabinieri  di Salerno,  su  disposizione  della  Direzione  Distrettuale Antimafia di Salerno, stanno eseguendo tre ordinanze di custodia cautelare personale emesse dal GIP  del  Tribunale  di  Salerno,  nei  confronti  di  un  noto  imprenditore  del  settore  caseario,  di  un  ex collaboratore di giustizia già affiliato alla camorra e di un pubblico funzionario, per i reati di corruzione e  istigazione  aggravata alla  corruzione,  detenzione  e  porto  illegale  di  armi  da  sparo  clandestine, ricettazione e turbata libertà degli incanti aggravata dal metodo mafioso. Ulteriori dettagli saranno forniti nella conferenza stampa…

Continua
Lotta all’evasione: GdF sequestra beni per 600mila euro Cronaca 

Lotta all’evasione: GdF sequestra beni per 600mila euro

La Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un sequestro preventivo, su disposizione del gip del Tribunale di Nocera Inferiore, per un valore complessivo di oltre 600mila euro, nei confronti di una società dell’Agro Nocerino – Sarnese che opera nel settore del commercio di autovetture. Il provvedimento riguarda anche il formale rappresentante dell’impresa, i gestori e altre società appositamente costituite per raggirare il Fisco. Le indagini della polizia giudiziaria, dirette dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore e condotte dai militari della locale compagnia, hanno avuto origine da una verifica…

Continua
Lotta al lavoro nero nei locali della movida cavese: Fiamme Gialle scoprono 15 dipendenti irregolari Cronaca 

Lotta al lavoro nero nei locali della movida cavese: Fiamme Gialle scoprono 15 dipendenti irregolari

I Finanzieri della Compagnia  di  Cava  de’  Tirreni  hanno  controllato una serie di esercizi commerciali, al termine dei quali sono stati scoperti 15 lavoratori completamente in nero. Le  Fiamme  Gialle hanno  identificato oltre 20 tra camerieri o commessi. Ben 15 lavoratori erano privi di qualsiasi forma di assistenza previdenziale. Tra   gli   esercizi   controllati, anche   un   noto   locale   della “movida” cavese,   da   anni organizzatore  di  eventi  serali, presso  il  quale l’intero “staff  tecnico”  è  risultato lavorare in nero. I rappresentanti   legali   delle società controllate sono stati segnalati all’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Salerno, con sanzioni amministrative…

Continua
Gasolio “allungato” con acqua: distributore sequestrato in zona industriale a Salerno Cronaca 

Gasolio “allungato” con acqua: distributore sequestrato in zona industriale a Salerno

I Finanzieri hanno sequestrato nella zona industriale di Salerno la cisterna interrata di un distributore di carburante, dopo avervi trovato oltre 34.000 litri di gasolio “allungato” con acqua. Le Fiamme Gialle della 1ª Compagnia sono intervenute nei pressi di una “pompa bianca” quando hanno notato alcune autovetture in avaria, che stavano per essere prelevate dal carro attrezzi. Insospettiti, i militari hanno chiesto informazioni agli automobilisti, i quali hanno tutti riferito di essere rimasti in panne subito dopo aver effettuato il rifornimento di gasolio presso quel distributore. Raggiunta la stazione di…

Continua
GdF rivede dispositivo sul territorio: ecco come si riorganizza a Salerno Cronaca 

GdF rivede dispositivo sul territorio: ecco come si riorganizza a Salerno

Dall’inizio  dell’anno  è  in  vigore,  su  scala  nazionale,  la  riforma  dei  Reparti  territoriali  della Guardia di Finanza. Importanti novità hanno interessato anche la provincia di Salerno. I due Gruppi di Salerno ed Eboli sono chiamati ad assicurare indirizzo  e  coordinamento dell’attività  operativa, nell’ambito  del  territorio assegnato a Compagnie e Tenenze. Nel  capoluogo  raddoppiano le Compagnie:  la  1ª  Compagnia  di  Salerno continuerà a   garantire   lo   svolgimento   dei   compiti   propri  del  Gruppo; la  2ª  Compagnia  di  Salerno,  invece,  si occuperà con  maggiore  autonomia  dei  servizi  di  vigilanza  doganale presso il porto e l’aeroporto della…

Continua
Il Comandante Regionale della GdF Campania in visita presso il Comando Provinciale di Salerno Cronaca 

Il Comandante Regionale della GdF Campania in visita presso il Comando Provinciale di Salerno

Giornata fitta di incontri, quella vissuta oggi a Salerno dal Generale D. Virgilio Pomponi, dallo scorso 5 ottobre responsabile di tutta la Guardia di Finanza della Campania. Accolto presso la storica sede di via Duomo, ha subito incontrato i rappresentanti della locale Sezione A.N.F.I., che riunisce i Finanzieri in congedo, a seguire una rappresentanza dei militari e, infine, tutti gli Ufficiali che prestano servizio in Città. Il Comandante Provinciale, Gen. B. Danilo Petrucelli, ha quindi illustrato l’andamento dell’attività operativa dei Reparti dipendenti, in relazione al contesto socio-economico della provincia e…

Continua
Finanza denuncia un ristoratore e due titolari di bar per furto di energia elettrica Cronaca 

Finanza denuncia un ristoratore e due titolari di bar per furto di energia elettrica

Le Fiamme Gialle di Salerno hanno individuato nei Comuni di Pontecagnano e Montecorvino Rovella tre esercizi commerciali che si approvvigionavano di corrente elettrica attraverso allacci abusivi alla rete pubblica. I Finanzieri hanno scoperto sistemi di by-pass che consentivano di utilizzare l’elettricità senza che ne fosse rilevato il consumo dai relativi contatori. Si tratta di un ristorante a Pontecagnano e di due bar a Montecorvino Rovella. Nel primo caso i militari hanno accertato che ad essere regolarmente collegate al contatore erano le sole luci della sala mentre frigoriferi, cucine, forno, lavapiatti…

Continua
GdF scopre a Pontecagnano attività di prostituzione e furto di energia elettrica Cronaca 

GdF scopre a Pontecagnano attività di prostituzione e furto di energia elettrica

Scoperti a Pontecagnano due immobili che si prelevavano corrente elettrica attraverso allacci abusivi dalla rete pubblica. All’interno di uno di questi, in più, veniva esercitata attività di prostituzione. I Finanzieri del Gruppo di Salerno, con la collaborazione di tecnici specializzati, hanno riscontrato il furto di energia elettrica, attraverso un sofisticato quanto pericoloso sistema di by-pass che consentiva di utilizzare l’elettricità senza che ne fosse rilevato il consumo dai contatori. All’interno di uno dei stabili alimentati in questo modo, sono stati identificati 3 colombiane e 3 rumeni. Le stanze erano utilizzate…

Continua