Voi siete qui
DL IMPRESE. DE LUCA (PD): ESTESO A 30 ANNI TERMINE RESTITUZIONE PRESTITI Cronaca 

DL IMPRESE. DE LUCA (PD): ESTESO A 30 ANNI TERMINE RESTITUZIONE PRESTITI

«Siamo estremamente soddisfatti per l’approvazione in Commissione Finanze di una nostra proposta di modifica al DL Liquidità, per innalzare a 30 anni il periodo per la restituzione dei prestiti alle imprese da 25mila a 800mila euro garantiti dallo Stato». Lo scrive in un post sul suo profilo Facebook il deputato dem, Piero De Luca. «È un grande risultato- prosegue De Luca- frutto del lavoro di squadra tra Governo e Parlamento, con il contributo decisivo del Partito Democratico. A seguito di numerosi incontri avuti con varie categorie produttive, era emersa una…

Continua
Ecco perché De Luca ha deciso di rimandare alcune aperture in Campania Cronaca Curiosità 

Ecco perché De Luca ha deciso di rimandare alcune aperture in Campania

Il presidente della giunta regionale, ieri a “In mezz’ora” di Lucia Annunziata, ha chiarito perché la Campania ha deciso di non firmare l’accordo con il Governo sulla ripartenza. «Non si possono scaricare responsabilità sulle Regioni, quando dovrebbe essere il ministero della Salute a dare rassicurazioni». Ecco perché, ad esempio, alcune attività non riprenderanno prima di giovedì prossimo. (sintesi nel LiraTg di oggi) Ecco perché De Luca ha deciso di rimandare alcune aperture in Campania Il presidente della giunta regionale, ieri a “In mezz’ora” di Lucia Annunziata, ha chiarito perché la…

Continua
Calcio: sì agli allenamenti di squadra, ma la B naviga nell’incertezza Sport 

Calcio: sì agli allenamenti di squadra, ma la B naviga nell’incertezza

Il Governo è pronto ad autorizzare gli allenamenti di squadra, con il protocollo riadattato, ma per la ripresa del campionato di A è necessario attendere. Per la B è tutto ancora congelato: il protocollo è proibitivo, in termini di costi e non solo, di conseguenza si attendono nuove disposizioni. Il calcio continua a giocare a ping pong: il governo dà l’ok per gli allenamenti di squadra a partire da lunedì 18, la Lega di Serie A fa subito un’altra fuga in avanti e stabilisce la data per la ripresa del…

Continua
Acconciatori pronti a ripartire dal 18 maggio: ecco come si sono attrezzati Cronaca Curiosità 

Acconciatori pronti a ripartire dal 18 maggio: ecco come si sono attrezzati

Prove di ripartenza anche per gli acconciatori, fermi da oltre due mesi ma pronti a riprendere la settimana prossima. Mancano ancora i dettagli, da fissare in un protocollo le cui linee guida dovrà dettare il Governo nazionale. Non appena pronte, la Regione le recepirà immediatamente. Ma parrucchieri, barbieri e centri estetici hanno già iniziato a sanificare e ad attrezzare i loro ambienti. Tutto certificato, tutto pronto: dalle regole da rispettare, affisse già alla porta in modo da essere chiare per tutti, ai distanziatori sul pavimento, fino ai calzari monouso da…

Continua
In arrivo il decreto Rilancio: prime anticipazioni Cronaca 

In arrivo il decreto Rilancio: prime anticipazioni

Niente Irap a giugno per le imprese, reddito di emergenza in due tranche per aiutare le famiglie più bisognose, risorse per le misure di contenimento del Covid nelle scuole e per potenziare i centri estivi, premi fino a 1.000 euro per medici e infermieri; 2,5 miliardi per aiutare le imprese che si devono adeguare alle norme per la ripartenza e niente Tosap sui tavolini all’aperto di bar e ristoranti. Spazia dalle famiglie alle aziende, dalla scuola alla sanità, il campo d’azione del decreto Rilancio. Un provvedimento con risorse per 55…

Continua
Calcio, ripresa campionati: attendere prego Sport 

Calcio, ripresa campionati: attendere prego

La ripresa dei campionati di A e B è un’ipotesi ancora al vaglio del governo e del comitato tecnico scientifico: tutto è legato all’andamento dei contagi di questa fase due. Intanto, la Lega di A convoca una riunione urgente, quella di B ulteriori comunicazioni. La corsa alla Germania è iniziata e, soprattutto la Lega di Serie A preme per la ripresa, ma in Italia il governo continua a seguire la strada della prudenza. Solo se la curva epidemiologica sarà in decrescita, dopo il 18 maggio, potrà arrivare il via libera…

Continua
Regioni chiedono di accelerare le riaperture della fase 2 Cronaca 

Regioni chiedono di accelerare le riaperture della fase 2

Nel pomeriggio, la conferenza delle Regioni all’unanimità ha approvato un documento che chiede che fin da lunedì 11 maggio si possa riaprire il commercio al dettaglio e che dal 17 maggio venga totalmente attribuita alle Regioni la responsabilità di elaborare un calendario completo di riaperture sin dal 18 maggio. La posizione è stata ufficializzata dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, in rappresentanza dei colleghi governatori italiani. E’ quanto emerso durante la videoconferenza con gli altri presidenti delle Regioni, presente il ministro per gli affari regionali Boccia. Oggetto di valutazione soprattutto il caso di…

Continua
Bellandi: «contenti per il ritorno delle messe con il popolo» Cronaca 

Bellandi: «contenti per il ritorno delle messe con il popolo»

L’arcivescovo di Salerno è molto soddisfatto per la buona notizia del ritorno delle messe aperte al popolo ma dice: «occorre che tutto si svolga secondo le indicazioni della conferenza episcopale per garantire la sicurezza». Questo il commento di Mons. Andrea Bellandi, in un video inviato alla nostra redazione.  

Continua
Intesa Governo-Cei: dal 18 maggio riprendono le celebrazioni religiose» Cronaca 

Intesa Governo-Cei: dal 18 maggio riprendono le celebrazioni religiose»

È stato firmato il Protocollo che permetterà la ripresa delle celebrazioni religiose. Il Protocollo – firmato dal Presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti, dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese – entrerà in vigore da lunedì 18 maggio. Nel rispetto della normativa sanitaria disposta per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Coronavirus, il Protocollo indica alcune misure da ottemperare con cura, concernenti l’accesso ai luoghi di culto in occasione di celebrazioni liturgiche; l’igienizzazione dei luoghi e degli oggetti; le attenzioni da osservare nelle…

Continua
Calcagno (AIC): «I giocatori chiedono di poter lavorare» Sport 

Calcagno (AIC): «I giocatori chiedono di poter lavorare»

Riguardo alle ordinanze di quattro regioni italiane, compresa la Campania, che hanno dato parere favorevole anche agli atleti di sport di squadra di allenarsi a livello individuale nei centri sportivi, il Vicepresidente AIC Umberto Calcagno, intervenuto a Sport Mediaset su Italia1, ha evidenziato che: “Sono provvedimenti in linea con le nostre richieste, è una responsabilità di sistema, i calciatori e le calciatrici ci stanno chiedendo di poter lavorare e di fare tutto il possibile perché si possa riprendere, non a tutti i costi ovviamente. Personalmente mi preoccupa molto tutto quello…

Continua