Voi siete qui
Prosciolti il giudice Pagano ed il procuratore della Corte dei Conti, Oricchio. Ecco perché Cronaca 

Prosciolti il giudice Pagano ed il procuratore della Corte dei Conti, Oricchio. Ecco perché

Prosciolti Mario Pagano ed il procuratore generale della Corte di Conti Campana, Michele Oricchio: non condizionarono un processo tributario a Salerno. Il procuratore della Corte dei Conti della Campania, Michele Oricchio, non interferì in un contenzioso tributario incardinato a Salerno, dove ricopriva la carica di presidente della commissione tributaria. A deciderlo è stato il gup del Tribunale di Napoli Luca Battinieri. Oricchio viene prosciolto dall’accusa di abuso d’ufficio in concorso con un altro giudice, Mario Pagano, cui secondo l’accusa era legato da amicizia ed interessi comuni. Per il gup Battinieri,…

Continua
Fonderie Pisano: rinviata al 16 aprile udienza su morti sospette. Scioperano i penalisti Cronaca 

Fonderie Pisano: rinviata al 16 aprile udienza su morti sospette. Scioperano i penalisti

Rinviata al 16 aprile prossimo l’udienza davanti al gup del Tribunale di Salerno riguardo la presunta connessione tra le morti per tumore a Fratte e la presenza inquinante delle Fonderie Pisano. Il rinvio è motivato dall’astensione degli avvocati penalisti, come già anticipato ieri dal nostro telegiornale. Il 16 aprile sarà discussa la richiesta d’archiviazione formulata dal sostituto procuratore Roberto Penna. E’ il titolare del fascicolo di indagine scaturito dalle denunce di alcuni residenti e del comitato Salute e Vita. In una lettera alla Procura erano denunciate almeno duecento morti sospette…

Continua
Fonderie Pisano; nesso morti-inquinamento: domani il gup di Salerno su richiesta archiviazione accuse Cronaca 

Fonderie Pisano; nesso morti-inquinamento: domani il gup di Salerno su richiesta archiviazione accuse

Per quello che potremmo chiamare il filone “Penna” delle indagini sulle Fonderie Pisano, dal nome del magistrato titolare del fascicolo, domani potrebbe essere un giornata decisiva. Sciopero degli avvocati penalisti permettendo, dovrebbe tenersi davanti al gup del Tribunale di Salerno l’udienza sulla richiesta di archiviazione formulata dal pm della Procura Roberto Penna. Alla base dell’istanza, il sostituto procuratore incaricato del filone sulle morti sospette nei dintorni delle Fonderie Pisano, annota che non c’è prova scientifica del nesso di causalità, in merito ai decessi per neoplasie tumorali che si presumeva fossero…

Continua
Ennesimo “colpo” al caso dei furbetti del cartellino all’ospedale Ruggi Cronaca 

Ennesimo “colpo” al caso dei furbetti del cartellino all’ospedale Ruggi

In Appello confermati i proscioglimenti, anche se i fatti sussistono. Sono di lieve entità Se davvero i seicento dipendenti dell’Ospedale Ruggi finiti nella rete di magistratura e Guardia di Finanza- e bollati come “furbetti del cartellino”- si fossero assentati dal lavoro in modo sistematico, si sarebbero creati disservizi tali da lasciare sguarniti interi reparti. Cosa che, nei fatti, non è accaduta. Potremmo racchiudere in questo assunto il presupposto che ha spinto la Corte d’Appello di Salerno a confermare quanto già deciso dal gup Pietro Indinnimeo riguardo al comportamento dei dipendenti…

Continua
Fonderie Pisano, le decisioni del Gup Cronaca 

Fonderie Pisano, le decisioni del Gup

Ammesse tutte le parti civili che si erano costituite, mentre per l’eventuale rinvio a giudizio dei Pisano e del consiglio di amministrazione si deciderà a marzo: è quanto stabilito dal gup Maria Zambrano al termine dell’udienza preliminare che si è tenuta questa mattina presso il Tribunale di Salerno. Significativa è l’ammissione di tutte le parti civili che ne avevano fatto richiesta: tra cui il Ministero dell’Ambiente, i Comuni di Baronissi e Pellezzano e quello di Salerno. Non si è presentata, invece. la Regione Campania. Per l’eventuale rinvio a giudizio dei…

Continua
Omicidio Maiorano: il marito condannato a 30 anni di carcere Cronaca 

Omicidio Maiorano: il marito condannato a 30 anni di carcere

Salvatore Siani è stato ritenuto colpevole dell’omicidio della moglie, Nunzia Maiorano, senza alcuna attenuante e senza che gli fosse riconosciuta nemmeno la parziale semi-infermità mentale al momento del delitto. Il gup del Tribunale di Nocera Inferiore, Gustavo Danise, ha applicato il massimo della pena considerate le numerose aggravanti: il vincolo stretto di parentela, i futili motivi, il delitto consumato davanti al figlio più piccolo, l’essere sotto effetto di sostanza stupefacenti. Accolte le richieste dell’accusa, rappresentata dal pm Roberto Lenza della Procura di Nocera. La dinamica dell’omicidio, avvenuto a gennaio in…

Continua
L’attore Diele guidava in stato di alterazione: sentenza attesa per l’11 giugno Cronaca 

L’attore Diele guidava in stato di alterazione: sentenza attesa per l’11 giugno

Livelli di tossicità da assunzione di stupefacenti almeno tre/quattro volte superiori al normale: è questo l’elemento che potrebbe rivelarsi decisivo nella definizione delle responsabilità a carico dell’attore Domenico Diele, che nella notte tra il 23 ed il 24 giugno scorsi travolse ed uccise Ilaria Dilillo, che viaggiava in scooter lungo l’autostrada A2 del Mediterraneo. Ieri, davanti al giudice per l’udienza preliminare Pietro Indinnimeo, sono state illustrate le perizie con le quali è emerso che i valori di sostanze legate alla droga nel sangue di Diele erano molto alti quella notte…

Continua
Pasquale Aliberti ed altri rinviati a giudizio per scambio politico-mafioso Cronaca 

Pasquale Aliberti ed altri rinviati a giudizio per scambio politico-mafioso

Il gup Emiliana Ascoli decide di mandare a processo Pasquale Aliberti ed il fratello Nello, la moglie dell’ex sindacao di Scafati- la consigliera regionale Monica Paolino- l’ex consigliere comunale Roberto Barchiesi; Giovanni Cozzolino (che era staffista a Palazzo Mayer); Ciro Petrucci, già vice dell’Acse ed Andrea Ridosso. Affronteranno il dibattimento, ma con rito abbreviato, Gennaro e Luigi Ridosso ed Alfonso Loreto, gli elementi dell’omonimo clan con cui l’accusa ipotizza che Aliberti abbia compiuto uno scambio di tipo politico-mafioso. La decisione del giudice per l’udienza preliminare, però, ha un contenuto preciso,…

Continua
Aliberti si sente male mentre è ai domiciliari: ricovero lampo all’Aquila Cronaca 

Aliberti si sente male mentre è ai domiciliari: ricovero lampo all’Aquila

Malore ai domiciliari per Aliberti. L’ex sindaco di Scafati è stato ricoverato in Psichiatria all’Aquila. Pasquale Aliberti dovrebbe essere regolarmente in aula a Salerno, giovedì, per l’udienza preliminare al termine della quale potrebbe essere rinviato a giudizio nell’ambito dell’inchiesta denominata Sarastra e che lo vede accusato di scambio politico mafioso con elementi del clan Loreto-Ridosso. L’ex sindaco di Scafati avrebbe accusato un malore, lo scorso fine settimana, nella sua casa di Roccaraso dove è detenuto ai domiciliari con la sola possibilità di vedere i suoi anziani genitori. Aliberti non può…

Continua
Caso furbetti del cartellino: Procura pronta a fare ricorso dopo proscioglimento dipendenti Ruggi Cronaca 

Caso furbetti del cartellino: Procura pronta a fare ricorso dopo proscioglimento dipendenti Ruggi

La scossa provocata dal proscioglimento di molti degli indagati per l’uso improprio del marcatempo all’ospedale Ruggi ha generato malumori in Procura, dove il pm Francesco Rotondo- titolare dell’inchiesta sui furbetti del cartellino- ha riunito i suoi per stendere il ricorso che entro due settimane va inoltrato alla Corte d’Appello, perché decida (in caso di accoglimento) di rinviare direttamente a giudizio gli indagati; altrimenti, di confermare quanto già stabilito dal gup Pietro Indinnimeo: ovvero il proscioglimento dei dipendenti che timbravano il badge al posto dei colleghi perché il fatto non costituisce…

Continua