Voi siete qui
Primo semestre 2017: 473 le vittime sul lavoro in Italia secondo l’Inail Cronaca 

Primo semestre 2017: 473 le vittime sul lavoro in Italia secondo l’Inail

Non si arresta il fenomeno:  Roma, Torino, Pescara e Milano le province dove si verificano più incidenti. Si continua a morire lavorando. Secondo l’ultima elaborazione dei dati INAIL effettuata dagli esperti dell’Osservatorio Sicurezza di Vega Engineering, è tragico il bilancio degli infortuni sul lavoro in Italia nel primo semestre 2017: 473 le vittime registrate, di cui 337 nell’esercizio delle proprie funzioni e 136 andando o tornando dagli uffici, dalle fabbriche, dai cantieri. Nella graduatoria nazionale, le regioni che contano il maggior numero di vittime in occasione di lavoro sono l’Emilia…

Continua
La sicurezza nei cantieri, incontro promosso da Cpt ed Inail di Salerno Curiosità 

La sicurezza nei cantieri, incontro promosso da Cpt ed Inail di Salerno

L’edilizia uno dei settori produttivi a più alto rischio per la salute la sicurezza dei lavoratori. Le costruzioni, infatti, incidono in maniera rilevante nel panorama complessivo delle denunce di infortunio sia per l’elevata frequenza infortunistica che per l’elevata gravità delle lesioni. Da alcuni anni, per questo, la prevenzione è fortemente sollecitata sia dalle istituzioni sia dalle parti sociali perché solo attraverso una capillare diffusione di una cultura della prevenzione e possibile auspicare la riduzione degli incidenti. Nei mesi scorsi, su iniziativa dei Cpt, Comitati Paritetici Territoriali della Campania promotori dell’iniziativa, dell’inail…

Continua