Voi siete qui
Tragedia di Ancona apre riflessione totale sul mondo della notte Cronaca 

Tragedia di Ancona apre riflessione totale sul mondo della notte

I fatti di Ancona smuovono le acque in un settore dove spesso, quelle acque, non sono proprio pulite e trasparenti. La gestione delle sale da ballo, delle discoteche, dei locali con serate danzanti va messa a fuoco con attenzione e senza demagogia. Gli interessi legittimi degli imprenditori del settore si saldano, troppo spesso, con altri interessi. Quelli vorticosi di chi sta dietro agli artisti, ai fenomeni del momento che attirano centinaia se non migliaia di persone. E quelli del tutto illeciti di chi vende robaccia, dalla droga ai superalcolici per…

Continua
Troppa gente, sigilli al Modo Cronaca 

Troppa gente, sigilli al Modo

Questa volta nel mirino è finito il locale di via Antonio Bandiera che, sabato sera, ha ricevuto la visita dei carabinieri del Nas. A conclusione dei controlli, su disposizione dell’autorità giudiziaria, il Modo ristorante è stato sottoposto a sequestro preventivo. «Si è proceduto al sequestro preventivo dell’intera attività a causa del numero esorbitante degli avventori; perché veniva esercitata l’attività di pubblico spettacolo con intrattenimento danzante senza autorizzazione dell’autorità competente e in assenza dell’agibilità de locali» si legge nella nota stampa diffusa dalle forze dell’ordine «inoltre alla verifica degli ambienti del…

Continua
Meno movida ma più turismo culturale: la seconda vita di Salerno Cronaca 

Meno movida ma più turismo culturale: la seconda vita di Salerno

Il giro che una nostra troupe ha fatto qualche giorno fa, nel centro storico di Salerno, ha confortato la visione d’insieme positiva sull’andamento di questa stagione estiva. Una tendenza che – se si guarda al 65%, dato dell’occupazione delle camere nel circuito extralberghiero – documenta la stabilità della collocazione di Salerno come meta turistica dove permanere e non solo come destinazione di transito. Insomma, il modello cerniera tra le due coste (quella cilentana e quella amalfitana) sembra finalmente alle spalle, soppiantato da un posizionamento autonomo di Salerno nelle scelte dei…

Continua
Movida, multati gestori per musica oltre orari consentiti Cronaca 

Movida, multati gestori per musica oltre orari consentiti

Controlli della Polizia, sanzioni anche per norme sulla sicurezza Nello scorso fine settimana gli agenti della Polizia di Stato della Questura di Salerno hanno effettuato una serie di controlli amministrativi nella movida. I controlli erano tesi a verificare la regolarità amministrativa ed il rispetto dei limiti delle emissioni sonore in alcuni locali. Sono state accertare irregolarità a carico di alcuni gestori di attività pubbliche nelle disposizioni sulla sicurezza e nella documentazione sull’impatto acustico e sonoro. In altri tre locali controllati, i poliziotti hanno accertato che erano in corso esecuzioni musicali…

Continua
Via i sigilli al Bogart: è a norma di legge Curiosità 

Via i sigilli al Bogart: è a norma di legge

Chiuso per un sequestro conservativo dei NAS Sono stati tolti i sigilli al Bogart, una delle discoteche storiche di Salerno sequestrato il 27 maggio scorso dopo un controllo dei Carabinieri nell’ambito di un’operazione più generale per i controlli sulla cosiddetta Movida. Il locale di Via Rafastia riapre perché a norma di legge. La proprietà del Bogart, attraverso i propri tecnici e i propri avvocato, chiarisce: «Il locale ha i requisiti previsti dal decreto ministeriale 19 agosto 1996. In merito l’osservazione del funzionario dei vigili del fuoco intervenuto versata nel sequestro conservativo…

Continua
Dehors a Salerno, rendiconto sulla nuova normativa Cronaca 

Dehors a Salerno, rendiconto sulla nuova normativa

Nelle casse del Comune entreranno 170mila euro in più A dieci mesi dall’entrata in vigore della nuova normativa sui dehors, il Comune di Salerno fa un rendiconto dei risultati conseguiti. Nelle casse di Palazzo di città arrivano maggiori risorse grazie all’occupazione di suolo pubblico da parte dei locali. Rispetto ai 510mila euro del 2016 e ai 500mila del 2017, per l’anno in corso si prevedono entrate per 670mila euro. Facciamo, però, una premessa. Il cambiamento della normativa ha provocato ai gestori dei locali contraccolpi non solo organizzativi ma anche economici….

Continua