Voi siete qui
Omicidio Pascuzzo: assassino reo confesso in carcere. Oggi l’autopsia Cronaca 

Omicidio Pascuzzo: assassino reo confesso in carcere. Oggi l’autopsia

Diciotto anni, incensurato, apprendista macellaio ma non del tutto insospettabile, se è vero che i Carabinieri ci hanno messo una sola notte per farlo confessare e chiudere il cerchio sul delitto di Antonio Alexander Pascuzzo, scomparso dal 6 aprile e trovato cadavere sul greto del fiume Peglio sabato pomeriggio. Sette le coltellate che l’assassino gli avrebbe inferto, ma molto dirà l’autopsia sui dettagli di un omicidio che pare essere maturato per questioni legate alla droga. L’accusa con cui il presunto assassino è stato fermato è grave: omicidio volontario con occultamento…

Continua
La nuova indagine su Vassallo riaccende la speranza Cronaca 

La nuova indagine su Vassallo riaccende la speranza

La notizia dell’apertura di un altro fascicolo di indagine sull’omicidio Vassallo ha riacceso la speranza di chi vuol vedere in galera i suoi assassini. Tornano a sperare, i familiari di Angelo Vassallo. E lo fanno nella convinzione che, prima o poi, la verità verrà fuori. Parlano con compostezza, almeno il figlio Antonio e la moglie Angelina, che dal primo giorno di angoscia- ormai otto anni fa- hanno sempre mantenuto un profilo basso, a mezza voce, non hanno mai urlato la loro rabbia. Certo hanno protestato, come nel caso delle ultime…

Continua
Omicidio delle Fornelle, in aula la figlia di Eugenio Tura De Marco Cronaca 

Omicidio delle Fornelle, in aula la figlia di Eugenio Tura De Marco

Sono stati l’ufficiale del Nucleo Investigativo, il maggiore De Vico, ed un maresciallo donna dei carabinieri a rispondere, ieri mattina, in Corte d’Assise, alle domande del pm Elena Guarino nell’udienza del processo che vede imputata Daniela Tura De Marco con l’accusa di concorso morale in omicidio del padre Eugenio, avvenuto nel febbraio del 2016 nel centro storico di Salerno. I giudici della Corte d’Assise dovranno decidere sulle presunte responsabilità della ragazza, all’epoca fidanzata con Luca Gentile, condannato a trent’anni di carcere per quel delitto. Nella sua deposizione il maggiore Alessandro…

Continua
Agropoli, assassinata una donna cinese. Corpo scoperto dal padrone di casa Cronaca 

Agropoli, assassinata una donna cinese. Corpo scoperto dal padrone di casa

Secondo indiscrezioni sembra che la sua immagine compaia su alcuni siti per appuntamenti. Le indagini, si concentrano nell’ambiente della prostituzione , anche se non viene tralasciata alcuna pista. Aveva mani e piedi legati con lo scotch che le copriva anche la bocca. Così Lin Suqing cinquant’anni di nazionalità cinese, è stata trovata priva di vita in un appartamento ad Agropoli tra via Risorgimento e via Caravaggio. A trovarla ieri sera è stato il proprietario di casa che gli aveva concesso in affitto l’appartamento per le festività natalizie. Proprio ieri la…

Continua
Convalidato l’arresto di Gaetano Caraccio, matricida di Battipaglia Cronaca 

Convalidato l’arresto di Gaetano Caraccio, matricida di Battipaglia

E’ stato convalidato il fermo di Gaetano Caraccio, l’uomo di 42 anni che ha ucciso la madre Vittora Natella, 74 anni, nella loro abitazione di Via Tafuri a Battipaglia, il cui corpo è stato rinvenuto all’antivigilia di Natale, sebbene il delitto pare sia avvenuto la sera del giorno prima o comunque durante la notte. La condotta di Caraccio, che soffrirebbe di disturbi all’origine del suo stato confusionale, sarebbe apparsa davanti al gip del Tribunale di Salerno plausibile e compatibile con quanto accertato finora dalle indagini condotte dai Carabinieri della Compagnia…

Continua
Omicidio Persico, sconto di pena per Volpicelli. Il delitto non fu di stampo camorristico Cronaca 

Omicidio Persico, sconto di pena per Volpicelli. Il delitto non fu di stampo camorristico

Lo sconto di pena arriva dopo che la Cassazione ha ritenuto non di stampo camorristico l’agguato di Montecorvino Rovella in cui perse la vita Vincenzo Persico. Ieri la Corte d’Assise d’Appello ha ridotto le pene per i tre imputati. Alberto Volpicelli che quella sera del 19 gennaio 2014 impugnava la pistola che uccise Enzo “coca Cola”, ha avuto una riduzione di cinque anni: da diciannove anni la condanna passa a quattordici anni e due mesi. Dodici anni per Domenico Lamberti, alias Mimmo a’mafia, precedentemente condannato a 16 anni; 10 anni…

Continua
Per la Procura Diele deve tornare in carcere Cronaca 

Per la Procura Diele deve tornare in carcere

Per il pm Elena Cosentino, Diele deve tornare in carcere. La Procura salernitana ha ribadito la richiesta ai giudici del Tribunale del Riesame di Salerno contestando la decisione del 26 giugno scorso del gip Fabio Zunica di concedere all’attore senese, residente a Roma, gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Domenico Diele è indagato per omicidio stradale aggravato. Nella notte tra il 23 e il 24 giugno scorsi a bordo della sua Audi A3, all’altezza dello svincolo di Montecorvino Pugliano, sull’autostrada del Mediterraneo, tamponò e travolse il motorino guidato da Ilaria…

Continua
Spari a Pastena, ucciso D’Onofrio. Indaga la Squadra Mobile Cronaca 

Spari a Pastena, ucciso D’Onofrio. Indaga la Squadra Mobile

Quattro colpi di pistola, due alle gambe ed uno al braccio sinistro. L’ultimo, quello mortale, alla schiena. Il proiettile gli ha trafitto il cuore. Così è stato ucciso Ciro D’Onofrio, 35 anni, originario del centro storico, per lungo tempo vissuto a Matierno, ora residente a Sant’Eustachio. L’omicidio è avvenuto ieri sera in viale Kennedy, a Pastena, zona poco distante dagli uffici dell’Asl. Ad un orario, le 22, in cui in strada c’era ancora gente. D’Onofrio aveva precedenti per spaccio, era stato coinvolto in un’operazione antidroga del 2003, “Time break”, che…

Continua
Colpi di pistola a Pastena, ucciso Ciro D’Onofrio in strada Cronaca 

Colpi di pistola a Pastena, ucciso Ciro D’Onofrio in strada

I sicari hanno agito in modo rapido. Indaga la Polizia Agguato a colpi di pistola in strada a Pastena, nella zona orientale di Salerno.  Ciro D’Onofrio, 35 anni, mentre era a bordo del suo scooter in viale Kennedy è stato avvicinato da uno o più killer che gli hanno esploso contro diversi colpi d’arma da fuoco. Inutili i tentativi di soccorso e trasporto in ospedale. L’uomo, che viveva a Matierno, è morto a causa dei colpi di pistola esplosi dai sicari che hanno agito in modo rapido. Sul luogo dell’agguato…

Continua
Castellabate, troppo omertà dopo la morte di Angela Della Torre Cronaca 

Castellabate, troppo omertà dopo la morte di Angela Della Torre

Un muro di omertà. Questo l’aspetto rilevato dalla Procura di Vallo della Lucania che, con i carabinieri della compagnia di Agropoli, ha condotto le indagini sulla morte di Angela Della Torre, 49enne di Castellabate, deceduta il 29 dicembre 2015 dopo una lite in casa con il marito, Liberato Miccoli, arrestato ieri mattina. Ci sono voluti 18 mesi di indagini, svolte anche con intercettazioni ambientali e telefoniche, per chiudere il cerchio ed eseguire la misura cautelare in carcere. Miccoli, 55 anni, pensionato delle ferrovie, fu subito indagato per lesioni gravi. La…

Continua