Voi siete qui
Delitto Marchesano, ha confessato l’amico Scotto Cronaca 

Delitto Marchesano, ha confessato l’amico Scotto

Il giovane di Buonabitacolo è stato ucciso il 9 novembre nel pisano a colpi di pistola A quattro giorni dall’arresto Danny Scotto ha confessato l’omicidio di Giuseppe Marchesano.  Il 27enne originario di Buonabitacolo è stato ucciso lo scorso 9 novembre a Castel del Bosco, in provincia di Pisa. Scotto, dopo aver in un primo momento negato qualsiasi coinvolgimento nel delitto, “ha confessato e ammesso la sua responsabilità”. Così ha detto il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Pisa Alessandro Crini. Dopo l’interrogatorio di garanzia di oggi Danny Scotto, amico da anni…

Continua
Morte sospetta paziente oncologico: Riesame annulla arresto dottor Marra Cronaca 

Morte sospetta paziente oncologico: Riesame annulla arresto dottor Marra

ll Tribunale del Riesame ha annullato l’ordinanza con cui il gip del tribunale di Salerno aveva disposto, su richiesta della Procura, gli arresti domiciliari per omicidio volontario a carico di Alessandro Marra. Si tratta del medico dirigente dell’hospice Il Giardino dei Girasoli di Eboli. Era finito al centro di un’inchiesta giudiziaria per traffico di farmaci, ma soprattutto per un caso di morte sospetta. I giudici del collegio presieduto da Elisabetta Boccassini erano chiamati ad una pronuncia sull’istanza dei legali del medico. Era accusato, tra l’altro, di aver quantomeno accelerato la…

Continua
Ucciso con diversi colpi di pistola alla testa meccanico valdianese in Toscana Cronaca 

Ucciso con diversi colpi di pistola alla testa meccanico valdianese in Toscana

Tre colpi di pistola alla testa e altri sul corpo. Così è stato ucciso Giuseppe Marchesano a Montopoli Valdarno in provincia di Pisa. Un delitto che tocca anche il Vallo di Diano, visto che Marchesano – che in Toscana svolgeva il mestiere di meccanico – era originario di Buonabitacolo, paese dove vive ancora la famiglia. Il delitto è stato scoperto sabato sera: il ventisettenne non dava notizie da 24 ore, non rispondeva alle telefonate degli amici che hanno deciso di andarlo a cercare a casa. Qui l’hanno trovato senza vita,…

Continua
Femminicidio Sala Consilina, Chirichella non risponde Cronaca 

Femminicidio Sala Consilina, Chirichella non risponde

Si è avvalso della facoltà di non rispondere, Gimino Chirichella, accusato dell’omicidio pluriaggravato della compagna, la 32enne rumena Violeta Mihaela Senchiu. Ieri mattina, nel reparto detenuti dell’ospedale San Carlo di Potenza, dove è ricoverato per le ustioni riportate agli arti, si è svolta l’udienza di convalida d’arresto. Il 48enne, sabato pomeriggio, secondo quanto ricostruito dai Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, ha riversato del liquido infiammabile sul pavimento del suo appartamento, in località Sagnano, dando fuoco alla giovane compagna. Contro Chirichella ci sono le videoregistrazioni del distributore di carburante dove s’è recato…

Continua
Femminicidio di Sala Consilina: Chirichella alla prova dell’interrogatorio Cronaca 

Femminicidio di Sala Consilina: Chirichella alla prova dell’interrogatorio

Gimino Chirichella è ancora ricoverato nel reparto detenuti dell’ospedale San Carlo di Potenza, dove è piantonato da domenica mattina, quando è scattato il fermo per omicidio pluriaggravato dai futili motivi e della crudeltà. Contro Chirichella ci sono le videoregistrazioni del distributore di carburante dove sabato pomeriggio s’è recato per riempire due taniche da 5 litri ciascuna di benzina. Le intenzioni erano chiare, sulla base di quello che è accaduto poco dopo. Quando Chirichella ha raggiunto la sua casa lungo la strada che collega Sala Consilina a Sassano e non appena…

Continua
Sala Consilina: fa esplodere la casa e uccide la convivente Cronaca 

Sala Consilina: fa esplodere la casa e uccide la convivente

Ha versato sul pavimento di casa due taniche di benzina e poi – secondo l’accusa dei carabinieri – ha appiccato il fuoco che ha provocato un’esplosione nell’appartamento: la convivente, in un primo momento rimasta gravemente ferita, è poi morta dopo ore di agonia in ospedale. La tragedia è avvenuta nel pomeriggio di ieri a Sala Consilina, all’interno di un appartamento di via Sagnano, zona periferica del grosso centro del Vallo di Diano. L’uomo è stato arrestato per omicidio volontario premeditato. La donna, una romena di 32 anni, è morta nel…

Continua
Omicidio di Imma Villani, bimba contesa tra Terzigno e Scafati Cronaca 

Omicidio di Imma Villani, bimba contesa tra Terzigno e Scafati

Terzigno, tutti ricorderemo la storia di Imma Villani, uccisa dal marito davanti la scuola della figlia a marzo scorso. Con esattezza il 19 marzo scorso Imma accompagnò a scuola la figlia al plesso di Boccia al Mauro, quando fu avvicinata dal marito, dal quale si stava separando. Dopo una breve discussione, l’uomo, Pasquale Vitiello, le sparò, uccidendola sul colpo, e fuggendo in sella ad uno scooter. Vitiello fu ritrovato  il giorno dopo privo di vita in una masseria dove l’uomo si era suicidato. Con il tempo emersero anche una serie di…

Continua
Interrogato, il dottor Marra si difende da tutte le accuse. Altri indagati in silenzio Cronaca 

Interrogato, il dottor Marra si difende da tutte le accuse. Altri indagati in silenzio

Il solo a parlare, davanti ai magistrati, è il dottor Alessandro Marra. Tutti gli altri soggetti coinvolti nell’inchiesta sulla gestione di farmaci e materiale ospedalieri al distretto di medicina del dolore dell’Asl ad Eboli si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Tutti, però, hanno fatto ricorso al tribunale del Riesame. Ed un’istanza per l’attenuazione della misura cautelare è quella che ha proposto anche il legale di Marra, l’avvocato Michele Tedesco. Durante l’interrogatorio, a tratti molto duro, Marra si è difeso dall’accusa di omicidio. Ha raccontato delle richieste del paziente…

Continua
Omicidio di Eboli: ad uccidere il bovaro indiano è stato un connazionale Cronaca 

Omicidio di Eboli: ad uccidere il bovaro indiano è stato un connazionale

Aveva un volto ed un nome già da ieri pomeriggio l’assassino del bovaro indiano di 28 anni ucciso l’altra notte in una casupola vicina all’azienda bufalina per la quale lavorava, in località Cioffi di Eboli. I Carabinieri della Compagnia di Eboli e del Nucleo investigativo del comando provinciale di Salerno non ci hanno messo molto a capire come fossero andate le cose, benché la scena del delitto presentasse un’enorme complessità, con indizi potenziali sparsi dappertutto e macchie di sangue in uno spazio angusto quale era la stanza che vittima ed…

Continua
Nuovo arresto per il brigadiere Cioffi: è sotto osservazione anche per l’omicidio Vassallo Cronaca 

Nuovo arresto per il brigadiere Cioffi: è sotto osservazione anche per l’omicidio Vassallo

Ora che per Lazzaro Cioffi, carabiniere finito nel mirino dell’antimafia partenopea, è scattato un secondo arresto con l’accusa di aver aiutato i trafficanti di droga di Caivano, s’addensano ancora più ombre sul possibile ruolo che il brigadiere potrebbe aver avuto nella vicenda relativa all’omicidio di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica-Acciaroli ucciso otto anni fa a pochi passi da casa da mano ancora ignota. La Procura di Napoli ha già trasmesso, mesi fa, alcuni fascicoli di indagine ai colleghi di Salerno, per elementi ritenuti interessanti sotto il profilo investigativo. Lazzaro…

Continua