Voi siete qui
Piano evacuazione per disinnesco ordigno Battipaglia, si parte dall’ospedale: da oggi scatta il blocco dei ricoveri Cronaca 

Piano evacuazione per disinnesco ordigno Battipaglia, si parte dall’ospedale: da oggi scatta il blocco dei ricoveri

Il Piano di evacuazione in vista dell’operazione di disinnesco dell’ordigno bellico, fissato per l’8 settembre, a Battipaglia, entra nel vivo. Per svuotare l’ospedale Santa Maria della Speranza è scattato oggi il blocco dei ricoveri, urgenze comprese: il 118 condurrà al pronto soccorso solo i pazienti in codice rosso, con quattro ambulanze e un elicottero pronte per eventuali trasferimenti in altri presidi ospedalieri. E’ iniziato anche il trasferimento temporaneo del personale medico e infermieristico delle sale operatorie presso il pronto soccorso di Eboli. A partire dalle ore 14:00 del 6 settembre,…

Continua
Il prefetto Russo su evacuazione Battipaglia: «C’è bisogno della collaborazione di tutti» Cronaca 

Il prefetto Russo su evacuazione Battipaglia: «C’è bisogno della collaborazione di tutti»

Alla vigilia della riunione a Palazzo di Governo, il prefetto Francesco Russo si sofferma sull’evacuazione del prossimo 8 settembre nella zona di Battipaglia, per consentire il brillamento dell’ordigno bellico, ed invoca la collaborazione di tutti, cittadini compresi, per poter effettuare l’operazione nel minor tempo possibile.  

Continua
Battipaglia: l’8 settembre evacuazione per brillamento ordigno bellico Cronaca Curiosità 

Battipaglia: l’8 settembre evacuazione per brillamento ordigno bellico

Il brillamento dell’ordigno bellico rinvenuto in un terreno messo a coltura, A Battipaglia, qualche settimana fa, è previsto per domenica 8 settembre. Il piano approntato dalla Prefettura di Salerno organizza un’evacuazione parziale della città, nella parte interessata dal raggio potenziale dell’onda d’urto di una eventuale esplosione. Sulla scorta della relazione fatta dagli artificieri dell’Esercito, è stato predisposto un piano per la messa in sicurezza dell’area interessata dalle operazioni di brillamento. Si inizia all’alba di domenica 8 settembre, intorno alle 5, con l’evacuazione di circa 30mila persone, Ospedale incluso. La Protezione…

Continua
Paura a Teggiano per un’esplosione avvenuta in un’officina Cronaca 

Paura a Teggiano per un’esplosione avvenuta in un’officina

Paura a Teggiano per un ordigno esploso in un’officina. Mentre uno dei meccanici stava riparando una Mercedes che si trovava lì da diversi giorni, nel collegare la batteria, si è reso conto di un rumore anomalo proveniente dall’interno dell’auto. Si è quindi allontanato e pochi secondi dopo c’è stata l’esplosione. A causarla è stata un ordigno che era stata collocata all’interno del cruscotto. Secondo quanto hanno accertato gli artificieri, l’ordigno era collegato all’impianto elettrico e confezionato in modo da esplodere all’accensione del veicolo.  

Continua
Ordigno all’ospedale Ruggi: Cirielli (FdI) chiede task force sicurezza al ministro Salvini Cronaca 

Ordigno all’ospedale Ruggi: Cirielli (FdI) chiede task force sicurezza al ministro Salvini

«L’ordigno piazzato all’esterno della camera mortuaria dell’ospedale “Ruggi” di Salerno è un episodio gravissimo che deve far alzare il livello di allerta». Lo afferma in una nota il parlamentare salernitano di Fratelli di Italia Edmondo Cirielli. «Piazzare una bomba all’esterno di un presidio sanitario è un segnale inquietante, che indica come alcune organizzazioni criminali si sentano legittimate a spadroneggiare nella città di Salerno e nella provincia» spiega Cirielli. «Mi auguro che le forze dell’ordine, a cui va il mio sostegno, individuino i responsabili, chiarendo la matrice del gesto. In ogni…

Continua
Tentato colpo al bancomat del Comune di Baronissi: duro commento del sindaco Valiante Cronaca 

Tentato colpo al bancomat del Comune di Baronissi: duro commento del sindaco Valiante

«Il tentato colpo (nessun bottino)di questa notte al bancomat Bcc all’ingresso del palazzo di città è atto grave e preoccupante anche per la dinamica avvenuta attraverso lo scoppio di un ordigno». E’ quanto scrive su Facebook il sindaco di Baronissi, Gianfranco Valiante, postando anche due foto del bancomat fatto esplodere sotto la sede del Palazzo di Città. «Le forze dell’ordine e la polizia scientifica sono al lavoro, visionando anche le telecamere di videosorveglianza, per ricostruire i fatti e dare un nome ai componenti della banda. Lo Stato, la Prefettura, le…

Continua