Voi siete qui
Abusi sessuali su una tredicenne: ai domiciliari un camionista 39enne di Salerno Cronaca 

Abusi sessuali su una tredicenne: ai domiciliari un camionista 39enne di Salerno

Abusi sessuali su minore, con l’aggravante dell’età inferiore ai 14 anni. Con questa accusa da ieri ai domiciliari c’è un camionista di 39 anni, salernitano. Ad eseguire il provvedimento restrittivo sono stati i Carabinieri della stazione di Mercatello, dopo indagini durate oltre un anno, che hanno permesso ai magistrati della Procura di ricostruire i fatti e di delineare il quadro accusatorio a carico dell’uomo che ha il triplo degli anni della ragazzina. Non ci sarebbe alcuna attenuante, nemmeno la circostanza che la minore fosse consenziente: tredici anni non sono abbastanza…

Continua
Sei misure cautelari e 8,5Kg di droga sequesrati seguendo le tracce dell’omicidio D’Onofrio Cronaca 

Sei misure cautelari e 8,5Kg di droga sequesrati seguendo le tracce dell’omicidio D’Onofrio

Un intero nucleo familiare di San Mango Piemonte spacciava hashish e cocaina, con la complicità di alcuni vicini di casa. A loro i poliziotti della Squadra Mobile di Salerno, diretti dal vicequestore Lorena Cicciotti, sono arrivati seguendo le tracce dell’omicidio di Ciro D’Onofrio, 35 anni, trucidato a colpi di pistola la sera del 30 luglio dello scorso anno mentre parcheggiava il suo scooter lungo viale Kennedy, strada pedonale del rione Pastena sempre molto affollata. La famiglia di spacciatori di droga custodiva anche armi: in particolare, gli agenti hanno trovato una…

Continua
Aggressioni familiari a Salento e Casalvelino: due arresti dei Carabinieri Cronaca 

Aggressioni familiari a Salento e Casalvelino: due arresti dei Carabinieri

Sono critiche le condizioni della donna accoltellata la scorsa notte dal figlio minorenne, nella loro casa di Salento, nel cuore dell’entroterra cilentano. I Carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania, diretti dal Capitano Mennato Malgieri, sono arrivati pochi minuti dopo nell’appartamento teatro dell’aggressione familiare, arrestando il ragazzo. Il minore, per un movente che è ancora in fase di accertamento, ha inferto con un coltello diversi fendenti alla madre che versa in prognosi riservata presso l’Ospedale San Luca di Vallo della Lucania. Ovviamente è stato subito arrestato per tentato omicidio e…

Continua
Studentessa morte al Fucito, la Procura sequestra la cartella clinica Cronaca 

Studentessa morte al Fucito, la Procura sequestra la cartella clinica

Per ora non ci sono persone iscritte nel registro degli indagati ma in Procura, a Nocera Inferiore, il fascicolo è stato aperto con il reato di omicidio colposo aggravato. Gli inquirenti hanno sequestrato le cartelle cliniche e tutti gli altri documenti con gli accertamenti medici ai quali è stata sottoposta Rosaria Lobascio, la studentessa di 22anni, deceduta venerdì mattina all’ospedale Fucito di Mercato San Severino, dove la scorsa settimana si era sottoposta ad un intervento di riduzione dello stomaco. Le indagini puntano a far luce su quanto successo dal momento…

Continua
San Mauro Cilento: oggi l’interrogatorio del sindaco finito ai domiciliari Cronaca 

San Mauro Cilento: oggi l’interrogatorio del sindaco finito ai domiciliari

Oggi è la volta del sindaco di San Mauro Cilento, Carlo Pisacane. E’ l’interrogatorio più atteso, dopo gli arresti che hanno decapitato quel Comune per un’inchiesta della Procura di Vallo della Lucania che ha iscritto nel registro degli indagati gran parte dell’amministrazione comunale per accuse pesantissime, che vanno dal falso ideologico alla turbativa, dalla corruzione alla concussione oltre all’abuso s’ufficio. Insieme all’ormai ex sindaco Pisacane sono attesi all’interrogatorio gli altri arrestati: il consigliere Pasquale Volpe ed il dirigente dell’ufficio tecnico Franco Volpe. Ieri davanti al gip del tribunale vallese sono…

Continua
Rete di spaccio sul Lungomare di Salerno: è caccia ai registi italiani Cronaca 

Rete di spaccio sul Lungomare di Salerno: è caccia ai registi italiani

A caccia dei registi della rete di spaccio sul lungomare di Salerno, Polizia e Procura non mollano la presa. Giravano con aria indifferente, si fermavano a parlottare a gruppi di due, massimo tre persone; facevano finta di ascoltare musica dalle cuffiette, di sedersi sulla balaustra del lungomare ad osservare i passanti. Poi, magari, con mossa fulminea qualcuno estraeva un pezzo di fumo da un pacchetto di noccioline, o passava una dose con disinvoltura ad acquirenti di tutti i tipi, pure in pieno giorno e davanti ai bambini che giocavano sul…

Continua
Corte d’Appello conferma sequestro beni nei confronti di Mons. Scarano Cronaca 

Corte d’Appello conferma sequestro beni nei confronti di Mons. Scarano

Rigettando il ricorso presentato da Mons. Nunzio Scarano, la Corte d’Appello di Salerno ha riconosciuto la pericolosità sociale del prelato, in ordine ai vari procedimenti penali a suo carico e al tenore di vita sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati, confermando- quindi- la confisca ed il vincolo cautelare nei confronti del suo patrimonil, per un ammontare pari ad almeno cinque milioni e mezzo di euro. La decisione sella sezione Misure di prevenzione della Corte d’Appello conferma quanto già sequestrato in precedenza, a gennaio di un anno fa. Secondo una nota della…

Continua
Rete di pusher sul Lungomare di Salerno: ci sarebbe un livello superiore ed “italiano” Cronaca 

Rete di pusher sul Lungomare di Salerno: ci sarebbe un livello superiore ed “italiano”

Comincia ad emergere concretamente quello che si poteva solo teorizzare leggendo- ad esempio- il rapporto annuale della Direzione Investigativa Antimafia, laddove tra le righe della mappa criminale che si sta ridisegnando nel salernitano si intravedeva la possibilità che lo spaccio di droga a Salerno città- e sul lungomare in particolare- fosse stato appaltato interamente ad extracomunitari reclutati tra clandestini, rifugiati o richiedenti asilo. Ma appaltato da chi? Sembra infatti che l’indagine che ha portato dietro le sbarre di Fuorni diciassette pusher africani abbia molto altro da raccontare e che il…

Continua
Amministrazione decapitata a San Mauro Cilento: lunedì gli interrogatori, Della Monica commissario Cronaca 

Amministrazione decapitata a San Mauro Cilento: lunedì gli interrogatori, Della Monica commissario

Sarà Rosa Della Monica, su indicazione del Prefetto di Salerno, il commissario di Palazzo di Governo incaricato di guidare il Comune di San Mauro Cilento in questa fase delicata che segue gli arresti di un paio di giorni fa. Il commissario prefettizio si insedia con il compito di traghettare il piccolo paese cilentano fino alle prossime elezioni, in un clima tutt’altro che disteso. Tra gli 890 abitanti c’è incredulità: in tanti non credono fino in fondo alle accuse mosse al sindaco, al suo vice, ad un assessore, a due consiglieri…

Continua
San Mauro Cilento sotto choc dopo arresto sindaco, amministratori e funzionari pubblici Cronaca 

San Mauro Cilento sotto choc dopo arresto sindaco, amministratori e funzionari pubblici

Comunità sotto choc a San Mauro Cilento per l’arresto del sindaco, di altri amministratori e funzionari pubblici. Le indagini sono partite grazie al coraggio di una donna. Tra poche ore gli interrogatori di garanzia. Nel Comune fresco di bandiera blu per il suo mare e noto in tutto il mondo per l’eccellente qualità del suo olio oggi c’è stupore ma anche tanta rabbia. Che tra le mura del municipio di San Mauro Cilento fossero calpestate le più elementari norme amministrative e si commettessero reati da codice penale lo hanno portato…

Continua