Voi siete qui
Tribunale Salerno dà ragione al Comune di Battipaglia: può recedere dal Consorzio Asi Cronaca 

Tribunale Salerno dà ragione al Comune di Battipaglia: può recedere dal Consorzio Asi

Il Comune di Battipaglia può recedere dal Consorzio Asi. Lo ha ribadito una recentissima sentenza della prima sezione civile del Tribunale di Salerno, dopo che la controversia era stata rimessa al giudice ordinario dalla Suprema Corte Cassazione. Per il giudice Guerino Iannicelli non regge la tesi del Consorzio Asi, sostenuta dall’avvocato Angela Marino, secondo la quale l’appartenenza alla consortile per la gestione delle aree industriali ha carattere obbligatorio e quindi il Comune di Battipaglia non avrebbe potuto deliberare- come ha fatto- il recesso per occuparsi in proprio delle aree ricadenti nel suo territorio. Leggi alla mano, passa la linea sostenuta- più volte, anche innanzi al giudice amministrativo- dai legali di Palazzo Moro, gli avvocati Gaetano Paolino e Andrea Di Lieto. Nella sentenza il giudice Iannicelli scrive che il Comune di Battipaglia aveva pieno diritto a lasciare il Consorzio Asi poiché lo statuto consortile prevede che «il soggetto consorziato, per motivate ragioni, ha il diritto di recedere (…) e il consiglio generale prende atto della manifestata volontà di recesso e adotta tutti i provvedimenti consequenziali». Inoltre- è scritto nella sentenza- «il potere di recesso è ora espressamente previsto dalla legge regionale n.19/2013, secondo cui gli enti consorziati possono recedere dai Consorzi Asi secondo le previsioni statutarie». La prima sezione civile del Tribunale di Salerno precisa che «non è sostenibile la tesi (proposta dall’Asi in giudizio, ndr) della natura obbligatoria, anziché volontaria del Consorzio Asi. L’appartenenza, anche per gli enti territoriali, non prescinde da un atto di adesione volontaria e permane fino all’insindacabile ed incondizionato esercizio del potere di recesso». Il che spiega perché il giudice Iannicelli ha rigettato la domanda proposta dall’Asi, condannando il Consorzio per le aree industriali e la Provincia di Salerno al pagamento delle spese processuali. Dunque, sembra proprio che il Comune di Battipaglia possa riappropriarsi dell’autonomia organizzativa, gestionale e di governo dell’agglomerato Asi ricadente nel suo territorio attraverso lo strumento dello sportello unico per le attività produttive.

https://www.youtube.com/watch?v=QktNI03-EdM

Related posts