Voi siete qui
Ad Albanella “Un libro sotto le stette e le Notti di Santa Sofia” Cronaca Curiosità 

Ad Albanella “Un libro sotto le stette e le Notti di Santa Sofia”

Cultura, storia, tradizione, turismo: sono questi alcuni degli ingredienti che caratterizzano “Un libro sotto le stelle e le notti di Santa Sofia”, la manifestazione in programma ad Albanella. Valorizzare il territorio dell’entroterra cilentano, attraverso la kermesse culturale in grado di creare un’attrattiva per i turisti italiani e stranieri, è tra gli obiettivi della rassegna promossa dall’amministrazione comunale. Le Notti di Santa Sofia hanno già aperto i battenti con percorsi eno-gastronomici all’insegna delle eccellenze locali e spettacoli rievocatici del mito bucolico della rosa dal quale secondo la leggenda è possibile estrarre l’elisir dell’eterna giovinezza. Il fiore cresce spontaneamente ad Albanella nell’oasi del Bosco Camerine, protetta dal WWF ed inserita nel Parco Nazionale degli Alburni,
in prossimità del pozzo che porta il nome della Santa Patrona. Secondo il mito, Santa Sofia donò al popolo di Albanella il roseto dalle proprietà magiche in segno di ringraziamento per averla protetta dai suoi persecutori. Dalla leggenda alla realtà: la rosa spontanea del bosco è stata riprodotta da un floricoltore ed il progetto messo in piedi dal sindaco Josca, e che ha già coinvolto l’Università di Salerno, è quella di creare un indotto nel settore cosmetico e farmaceutico. Dalle Notti di Santa Sofia, alla rassegna “Un libro sotto le stelle”, i riflettori resteranno puntati sul comune di Albanella. L’evento culturale prenderà il via lunedì 20 per proseguire fino al 26 agosto. Gli ospiti di questa edizione fanno capo alla grande editoria ma anche a realtà nuove o sperimentali. Il programma è ricco e variegato. Si partirà con la presentazione del libro “#Every child is my child. Storie vere e magiche di piccola, grande felicità”, in cui 33 protagonisti del mondo dello spettacolo italiano hanno deciso di tornare bambini per raccontare storie di ricordi della propria infanzia. Alla serata parteciperanno l’attrice Lorena Cacciatore ed il dirigente Rai Antonio Parlati, mentre la lettura dei brani sarà a cura dell’attrice e presentatrice salernitana Nunzia Schiavone.

Related posts