Voi siete qui
Aeroporti: ok unione Salerno-Napoli, soldi già ci sono Cronaca 

Aeroporti: ok unione Salerno-Napoli, soldi già ci sono

Delrio: “Aspettiamo che il Mef dia risposte definitive. Passata idea che per far funzionare le cose serve cooperazione”

“Sull’aeroporto di Pontecagnano e la sua integrazione con Capodichino stiamo andando avanti, i soldi già ci sono”. Un passaggio del ministro Delrio ha rilanciato la creazione di un soggetto unico a capo del sistema aeroportuale campano che gestisca gli scali di Napoli-Capodichino e Salerno-Pontecagnano.

Sono felice che sia passata la filosofia che il segreto per far funzionare le cose non è la competizione ma la cooperazione” ha detto il ministro per le Infrastrutture che ha rivelato che sull’aeroporto di Pontecagnano è in contatto continuo con il governatore De Luca: “Abbiamo promosso reti aeroportuali regionali in tutta Italia perché dalle reti aeroportuali arrivano più benefici per il territorio. Aspettiamo che il Mef dia risposte definitive”.

L’obiettivo è mettere a bando i lavori di adeguamento dello scalo salernitano entro il mese di giugno per aprire i cantieri entro quest’anno. Una scadenza obbligata, poiché altrimenti verranno revocati i 40 milioni di risorse previsti dallo sblocca Italia.

Le tappe forzate, dunque, portano al matrimoni con Gesac entro la primavera, al reperimento dei fondi pubblici prima dell’estate – ma a questo punto, dopo le dichiarazioni di Delrio, sembra che già ci siano – e all’indizione della gara (un bando integrato) per affidare la redazione del progetto e la sua realizzazione. In totale il nuovo aeroporto di Salerno costerà 257 milioni di euro, di cui la metà a carico della società che nascerà dalla fusione di Gesac e Costa d’Amalfi.

Allungando la pista a due km e 200mt entro due anni, ampliando l’aerostazione, migliorando gli accessi e la sicurezza, si punta ai cinque milioni di passeggeri entro i prossimi 25 anni, sulla base della concessione unica per gli aeroporti di Napoli e Salerno che andrà a sostituire le due distinte concessioni attuali.

Related posts