Voi siete qui
Aeroporto di Salerno: ok a prima fase lavori e a fusione con Gesac Cronaca 

Aeroporto di Salerno: ok a prima fase lavori e a fusione con Gesac

Si comincia con i primi venticinque milioni di lavori da mettere a bando, nelle prossime ore, sulla Gazzetta Ufficiale e sulla Gazzetta Europea. L’Aeroporto di Salerno pubblica la determina dirigenziale per l’«Affidamento congiunto della progettazione esecutiva- incluso il coordinamento alla sicurezza- e  dell’esecuzione dei lavori previsti per la Fase 1 del Programma degli interventi». Il termine di ricezione delle offerte è già fissato a mezzogiorno del prossimo 14 ottobre.

Tutto ciò costituisce il punto di partenza per la costruzione del nuovo aeroporto e impegna in maniera piena i fondi stanziati dallo ‘Sblocca Italia’, che ha come scadenza il 31 dicembre. Si comincia dalle opere idrauliche sui torrenti, dalla sistemazione delle aree circostanti lo scalo, dalla viabilità e dall’illuminazione. Poi partirà la seconda fase prevista dal materplan, ovvero quella che impiegherà gran parte dei 260 milioni di spesa previsti per il nuovo aeroporto: allungamento della pista a 2,2 km, nuovo terminal, nuova aerostazione, parcheggi, infrastrutture viarie e di collegamento, sicurezza.

Il tutto in sinergia con Gesac, che libererà Napoli-Capodichino di molti voli da dirottare a Salerno, fra commerciale e passeggeri. La fusione con il gestore dello scalo partenopeo è cosa fatta: ieri il  Consiglio  di  Amministrazione  ha  approvato  il  progetto  di  fusione mediante incorporazione di Aeroporto di Salerno Costa d’Amalfi nella GE.S.A.C.  – che  si  concretizzerà  entro  l’ anno  –  ponendo  definitivamente  le  basi  per  il  nuovo  sistema  aeroportuale regionale.

Related posts