Voi siete qui
Aliberti, visita psichiatrica in carcere Cronaca 

Aliberti, visita psichiatrica in carcere

Il 4 luglio si terrà la prima udienza del processo Sarastra

Pasquale Aliberti sarà sottoposto ad una visita psichiatrica. La difesa dell’ex sindaco di Scafati ritiene incompatibile la detenzione in carcere con lo stato di salute psico-fisica del suo assistito. La perizia sarà effettuata domani, la relazione del medico incaricato dal Tribunale di Nocera Inferiore potrebbe arrivare a ridosso del 4 luglio.

È la data della prima udienza del processo Sarastra sul voto di scambio politico-mafioso che vede coinvolto Aliberti. Per motivi di salute l’ex primo cittadino di Scafati, dopo un primo periodo trascorso all’interno della casa circondariale di Salerno, aveva ottenuto gli arresti domiciliari a Roccaraso.

Ma l’inosservanza degli obblighi previsti da questo regime detentivo lo aveva riportato in carcere a L’Aquila due settimane fa. L’aggravamento della misura cautelare era stata richiesta dalla Procura antimafia di Salerno e accolta dal Tribunale di Nocera. Aliberti in più di un’occasione aveva infranto le prescrizioni relative alla detenzione domiciliare perché mandava messaggi a familiari e collaboratori.

La perizia psichiatrica stabilirà se Pasquale Aliberti dovrà restare in carcere o, come chiede la difesa, potrà tornare agli arresti domiciliari. La settimana prossima, mercoledì 4 luglio, dopo lo slittamento per l’astensione dei penalisti, ci sarà la prima udienza del processo che ha portato allo scioglimento del Comune di Scafati per infiltrazioni camorristiche.

Related posts