Voi siete qui
Ambiente, allarme smog a Salerno Cronaca 

Ambiente, allarme smog a Salerno

Non è stato un inizio di anno all’insegna della qualità per l’aria di Salerno. In città, nei primi giorni del 2020, le centraline per il monitoraggio della presenza di agenti inquinanti hanno registrato un picco dei valori. Secondo l’Arpac, l’agenzia regionale per la protezione ambientale, negli ultimi11 giorni il limite massimo delle Pm10 è stato superato ben sei volte. A pubblicare i dati è il Mattino di Salerno in edicola oggi. La giornata più preoccupante sarebbe stata quella del 4 gennaio quando la centralina di Mercatello ha registrato 99 microgrammi di polveri sottili nell’aria. La soglia d’attenzione è fissata a 50 per metro cubo. In altre giornate, invece, i livelli sono arrivati anche a 65. L’amministrazione comunale di Salerno, dal 30 ottobre 2019 ha disposto il divieto di circolazione ai veicoli diesel pre Euro 1, Euro 2 ed Euro 3, ma a provocare un innalzamento dei livelli di Pm10 non sarebbero solo le auto o in generale i mezzi di trasporto su gomma. Responsabili sono anche gli impianti di riscaldamento: caldaie, stufe e caminetti. L’assenza di pioggia, poi, aggrava la situazione.

Ambiente, allarme smog a Salerno

Non è stato un inizio di anno all’insegna della qualità per l’aria di Salerno. In città, nei primi giorni del 2020, le centraline per il monitoraggio della presenza di agenti inquinanti hanno registrato un picco dei valori. Secondo l’Arpac, l’agenzia regionale per la protezione ambientale, negli ultimi11 giorni il limite massimo delle Pm10 è stato superato ben sei volte

Pubblicato da Liratv su Lunedì 13 gennaio 2020

Related posts