Voi siete qui
Ancora una doppietta per Coda, il Padova retrocede in C Sport 

Ancora una doppietta per Coda, il Padova retrocede in C

Il destro al volo di Massimo Coda in pieno recupero condanna alla retrocessione il Padova. I biancoscudati, dopo un solo anno in Serie B, retrocedono in terza serie assieme al Carpi. Termina 3-3 il match al Vigorito-Santa Colomba.

Gli ospiti, a caccia di punti salvezza, hanno più motivazioni per spingere e in avvio trovano subito il vantaggio: filtrante di Lollo per Baraye, cross basso per l’accorrente Pulzetti a cui bastano 18 secondi per bucare Montipò.

Il Padova potrebbe addirittura raddoppiare dopo cinque minuti con Bonazzoli, ma in questo caso è bravissimo l’estremo difensore giallorosso a mettere in angolo.

Gol mancato, gol subito: torre di Crisetig per Coda, che di testa batte un incerto Minelli e fa quota 20 gol in campionato. Il Benevento ristabilisce la parità e amministra la situazione fino all’intervallo.

La ripresa sembra partire nel segno dei padroni di casa, ma è il Padova a riportarsi avanti al minuto 57: errore in fase di impostazione, ne approfitta Bonazzoli che si invola verso l’area avversaria e nonostante la marcatura lascia partire dai 20 metri un destro velenoso che accarezza il palo e termina alle spalle di Montipò.

I biancoscudati stringono i denti, ma i giallorossi trovano di nuovo il pari con Caldirola che sugli sviluppi di un calcio d’angolo viene lasciato colpevolmente libero di svettare di testa battendo così un incolpevole Minelli.

Il miracolo sembra materializzarsi al minuto 92: Cherubin prima prende il palo e poi la traversa nl giro di tre secondi, sul pallone irrompe però Baraye che insacca da distanza ravvicinata.

Sul più bello, ecco materializzarsi la beffa per il Padova: all’ultimo minuto di recupero, su un cross Coda si esibisce in una spettacolare conclusione al volo che fissa il punteggio sul definitivo 3-3 e costringe il Padova a ripartire dalla terza serie.

Related posts