Voi siete qui
Camerota, nei guai ex amministratori comunali: 12 misure cautelari eseguite all’alba Cronaca 

Camerota, nei guai ex amministratori comunali: 12 misure cautelari eseguite all’alba

“Un affare per pochi amici”: è così che gli investigatori descrivono l’amministrazione comunale di Camerota dal 2012 al 2017, nell’ambito dell’indagine che ha portato all’esecuzione, in tutto, di 12 misure cautelari (tre persone sono finite in carcere, altre tre ai domiciliari). L’operazione denominata “Kamaraton” è stata condotta dai carabinieri del Comando Provinciale di Salerno e dalla Compagnia di Sapri che, stamani, all’alba, con la collaborazione dei militari della stazione di Camerota, oltre ad eseguire le misure cautelari, hanno effettuato 19 perquisizioni domiciliari e personali. Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vallo della Lucania, sono partite da un accertamento sui proventi della tosap e si sono allargate fino ad aprire il vaso di Pandora e a far emergere l’esistenza di un collaudato sistema criminale basato su logiche affaristiche e clientelari, funzionale alla spartizione illecita degli appalti a favore di imprenditori amici. Sono ben 38 i capi di imputazione a carico delle persone coinvolte. A completare la mala gestio di Camerota, la puntuale falsificazione del bilancio comunale. Insomma, all’epoca dei fatti, secondo il quadro fornito dagli investigatori nella cittadina cilentana si gestiva una cosa privata più che una res publica.

Related posts