Voi siete qui
Centenario Salernitana, un secolo di passione celebrato dalla Curva Sud Siberiano Sport 

Centenario Salernitana, un secolo di passione celebrato dalla Curva Sud Siberiano

L’alba del centenario si colora di granata. La Salernitana compie cento anni e la Curva Sud si ritrova sin dal pomeriggio per aspettare il compleanno della Bersagliera.

Nell’area antistante il settore più caldo dell’Arechi ci sono i giochi per i più piccoli, i gonfiabili, i tavolini per disegnare, il calcio balilla umano, la “gabbia” in cui si sfidano i piccoli atleti di diverse scuole calcio cittadine.

E poi ci sono gli striscioni degli ultras, non solo quelli dei gruppi della Curva Sud Siberiano, ma anche quelli dei “fratelli” di Bari, Brescia, Reggio Calabria, Monopoli, ci sono i veneziani e ci sono pure gli ultras dello Shalke 04.

E’ un tripudio di colori. Sono tutti qui, grandi e piccini, perché le tradizioni si tramandano di padre in figlio ormai da generazioni, perché tutti vogliono rendere omaggio al club dell’ippocampo e alla sua storia centenaria.

Il sole tramonta e inizia la festa. Le note di Trottolino Amoroso danno il là ad una serata all’insegna dell’amarcord, della voglia di stare insieme, di gridare al cielo che l’amore per la Salernitana è più forte di tutto. E di tutti. Anche dei tanti anni di Serie C, dei fallimenti, delle polemiche, dei presidenti che se ne scappavano con gli incassi e via discorrendo.

Gianni Novella, Anna Maria Baccaro e Ciro Girardi fanno gli onori di casa. Sul palco si alternano le istituzioni e i protagonisti della storia granata (di quella scritta in campo ma anche sugli spalti) più o meno recente.

A mezzanotte ecco i fuochi d’artificio. Passano le ore ma il livello dell’entusiasmo resta intatto e dopo le varie esibizioni di artisti locali, il gran finale è affidato al dj set di Marco Montefusco: le canzoni che hanno accompagnato alcuni dei momenti più significativi della centenaria storia della Salernitana risuonano mentre l’alba si colora di granata e dà il buongiorno ai tanti che sono ancora lì per festeggiare il compleanno di Sua Maestà.

Related posts