Voi siete qui
Cittadella – Salernitana 4-3, i granata reagiscono solo nel finale Sport 

Cittadella – Salernitana 4-3, i granata reagiscono solo nel finale

Ancora a caccia di riscatto, la Salernitana si presenta al Tombolato con tre novità di formazione: Jaroszynski al posto di Lopez a sinistra e la coppia d’attacco formata da Giannetti e Djuric. Per il resto confermati gli uomini scesi in campo contro l’Ascoli. Il Cittadella risponde con un 4-3-1-2, con D’Urso sulla trequarti a supporto di Diaw e Rosafio. Parte subito bene la squadra di casa che mette immediatamente sotto pressione la Salernitana. Al 4’ Rosafio recupera palla sulla trequarti, entra in area di rigore e calcia col mancino ad incrociare: palla sul fondo. Al 9’ Traversone di Benedetti per Diaw, che anticipa tutti sul primo palo e in spaccata non riesce a trovare lo specchio della porta. Al 10’ Iori calcia col destro e trova l’ottima respinta di Micai. Al quarto d’ora la Salernitana esce finalmente dalla propria metà campo, senza rendersi però mai seriamente pericolosa dalle parti di Paleari. Al 18’ il Cittadella torna in attacco e ci prova con Vita dalla distanza, pallone a lato. Al 19’ la squadra di Venturato si rende pericolosa con una girata al volo di Branca, Micai si salva in angolo. I padroni di casa giocano, la Salernitana passa: al 21’ traversone di Lombardi dalla destra per la testa di Djuric che salta più in alto di tutti e spiazza Paleari. Il Cittadella prova a reagire e ci prova in due circostanze con Diaw: al 23’ destro da fuori che Micai blocca senza problemi, al 25’rasoterra dalla destra che sfiora il palo prima di finire sul fondo. All’ennesimo tentativo, però, al 28’ Diaw trova il gol: è abile Rosafio a trovare lo spazio per andare al cross, l’attaccante italiano di origini senegalesi difende il pallone in area e fa centro. Il Cittadella trova così il pareggio in pochi minuti. Alla squadra di Venturato sono sufficienti due giri di lancette per ribaltare addirittura la partita: alla mezz’ora arriva il gol di Benedetti. Sugli sviluppi del corner, la palla arriva al terzino del Cittadella che controlla e calcia da fuori col mancino: la palla passa tra le gambe dei giocatori in area e termina la sua corsa nell’angolino basso. Uno-due micidiale del Cittadella. La reazione dei granata arriva poco dopo con un calcio d’angolo battuto da Kiyine, la tocca Akpa Akpro ma Paleari respinge d’istinto. Ma il Cittadella torna a far male al 42’ ancora con Diaw: di nuovo traversone di Rosafio, stavolta dalla destra, l’attaccante della formazione veneta sbuca sul secondo palo e appoggia il pallone in rete con un preciso colpo di testa. La squadra di Venturato mette a segno così il gol del 3-1. Il primo tempo si chiude così: la Salernitana avanti di un gol si ritrova ad inseguire. Nella ripresa i granata si presentano in campo con Maistro al posto di Akpa Akpro, nessun cambio invece per il Cittadella. Pochi brividi in apertura di tempo, è sempre la squadra di Venturato a fare la partita. Al 51’ arriva il momento dell’esordio di Dziczek, al rientro dall’infortunio. Il polacco prende il posto di Di Tacchio. Al 54’ sempre Cittadella in attacco: cross di Vita per Diaw, che colpisce male di testa, poi riesce a tornare in possesso della sfera e conquistare il settimo corner per i padroni di casa. Al 56’ brivido per la difesa granata, Micai evita il peggio intervenendo coi piedi su un retropassaggio errato con Rosafio in pressing. Al 61’ ultimo cambio per la Salernitana: entra Cicerelli, esce Pinto, con Jaroszynski che arretra la sua posizione. Al 63’ granata in attacco con Lombardi che entra nell’area di rigore avversaria e calcia col destro: Paleari respinge e salva il risultato. Al 65’ Cittadella in avanti azione personale di Rosafio, che si libera di un avversario e calcia col mancino da fuori area: palla alta sopra la traversa. Venturato sostituisce Rosafio, alle prese con problemi fisici, con Panico. Al 69’ il Cittadella cala il poker: bell’azione manovrata sulla sinistra D’Urso si muove bene entra in area e riceve palla da Branca, mette a sedere Billong e con il mancino batte Micai sul secondo palo. Al Tombolato Cittadella 4 Salernitana 1. Tra le fila dei padroni di casa, poi, Mora prende il posto di Ghiringhelli. Al 78’ arriva finalmente la reazione dei granata, Cicerelli dalla sinistra sull’out opposto per Lombardi che serve Giannetti. L’attaccante granata di testa batte Paleari. La Salernitana accorcia le distanze. Ma il Cittadella non si arrende e torna in attacco: al 79’ spiovente di Iori per Diaw, che cerca la conclusione al volo e trova la grande risposta di Micai. Sulla respinta del portiere granata parte il contropiede della squadra di Ventura. Iori trattiene Lombardi che va giù in area di rigore. Per l’arbitro Rapuano non ci sono dubbi: è calcio di rigore. Dal dischetto va Kiyine che non sbaglia e trasforma il penalty. Cinque su cinque per l’ex del Chievo dagli undici metri. La Salernitana si fa sotto. Cambia ancora il risultato al Tombolato : 4-3 all’81. Si riapre la partita. All’84’ ci prova Maistro dal limite, para Paleari. La Salernitana insiste: all’85’ diagonale di Lombardi, che chiama ancora in causa l’estremo difensore avversario. Ora attaccano solo i granata, grazie al gran lavoro di Cicerelli sulla sinistra. Nei minuti di recupero Ventura lascia la panchina e se ne va anzitempo negli spogliatoi. E al 93’ Giannetti si divora la palla del 4-4, lancio in area e l’attaccante granata manca la sfera, e Paleari recupera in extremis. Finisce così con la Salernitana che prova a recuperare nella fase finale del secondo tempo e sfiora il pari. Il Cittadella si aggiudica il match per 4-3.

foto ussalernitana1919.it

Related posts