Voi siete qui
Coltiva marijuana a casa sua e, scoperto, aizza il cane contro la Polizia Cronaca 

Coltiva marijuana a casa sua e, scoperto, aizza il cane contro la Polizia

Lotta alla droga, a Cava de’ Tirreni, dove ieri pomeriggio, la Polizia ha arrestato un 50enne, con precedenti, per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, con aggravante perché recidivo, e per resistenza e lesione a pubblico ufficiale. Sequestrato non solo il materiale usato per la coltivazione e il confezionamento delle dosi, ma anche un rilevatore di microspie.

Ad insospettire gli agenti, un via vai di veicoli sospetti che entravano e uscivano da un’abitazione sita in una zona collinare. La zona, in cui sono presenti scuola, parrocchia e una palestra, era stata messa sotto controllo per alcuni giorni prima di procedere con la perquisizione personale e locale.

, sono state trovate 8 piante di marijuana. All’interno della camera da letto, poi, c’era una macchina per confezionare sottovuoto, nonché due bilancini di precisione e 2 vasi in vetro con dentro marijuana essiccata. Rinvenuti trituratori di plastica, diverse lampade blu e rosse, per stimolare le piante, alcuni alimentatori, ventole ed altro materiale necessario per la potatura delle piante, e un pannello di alluminio riflettente, diverse ampolle, una serra, pali per il montaggio di una struttura e raccordi in plastica, e, infine, all’interno di un mobile, un rilevatore di microspie, con auricolare.

Durante la perquisizione, uno dei poliziotti è stato azzannato da un cane di grossa taglia, aizzato dal proprietario: per l’agente, ferite guaribili in 7 giorni. A tal proposito, sono in corso accertamenti per verificare la pericolosità dell’animale. Lo spacciatore, intanto, è stato arrestato.

Related posts