Voi siete qui
Concorsone Regione-Formez, si riparte Cronaca 

Concorsone Regione-Formez, si riparte

Sono stati accolti i ricorsi al Consiglio di Stato depositati ieri dalla Regione Campania e dal Formez e discussi nel corso delle mattinata dalla V sezione del Consiglio di Stato. I giudici hanno quindi sospeso l’ordinanza del Tar della Campania, le prove adesso possono ricominciare in attesa dell’udienza di merito fissata per il prossimo 5 marzo. A firmare il decreto cautelare monocratico il presidente della V sezione  Francesco Caringella.

Il problema a monte delle presunte irregolarità si doveva – secondo i ricorsisti al Tar – al fatto che i candidati “hanno apposto sul figlio risposte a lettura ottica e sul cartoncino anagrafico due talloncini identici, contenenti medesimo codice a barre e, immediatamente al di sotto, identico codice numero di sei cifre”. Fogli risposte e cartoncini però “non sono stati chiusi in busta sigillata e priva di generalità all’esterno dai candidati, come prescritto peraltro dall’art. 14 del D.P.R. 487/94”, faceva sapere lo studio legale cui si deve il concorso, e “il predetto codice numerico, facilmente memorizzabile e identificabile, ha finito per svolgere, almeno potenzialmente, funzione di segno di riconoscimento”. Il Tar aveva rilevato anche che nonostante l’utilizzo di sistemi ottici, la correzione delle prove preselettive si era anche “immotivatamente protratta per tre mesi”.

Related posts